Coppa Italia tra Fiorentina-Napoli: spari fuori dallo stadio. Partita sospesa. Tifosi o criminalità?

Incidenti prima della finale di Coppa Italia, situazione confusa, si parla di tifosi del Napoli in gravi condizioni, probabilmente feriti da colpi di pistola, poi arriva un comunicato della prefettura paradossale.

scontri-roma-640-620x323

La finale di Coppa Italia a Roma tra Fiorentina e Napoli diventa un boomerang. Verso le 19 arriva la notizia che un tifoso napoletano è stato ferito da un colpo d’arma da fuoco nei pressi dello stadio Olimpico.

Durante tafferugli a Tor di Quinto, dicono, il giovane viene stato trasportato al Villa San Pietro. Secondo le prime informazioni, l’uomo si trova in gravi condizioni.

Alcuni tifosi lanciano bottiglie e oggetti contro le forze dell’ordine, nei pressi di Ponte Milvio. Scontri anche sul Lungotevere, sotto ponte Duca d’Aosta. Nello stesso luogo rimane ferito anche un agente di polizia ad una mano da un colpo di pistola.

Dopo tanta confusione, e sospensione della partita, arriva finalmente un comunicato ufficiale della Questura:

Poco prima dell’inizio della partita, valevole per la finale di Coppa Italia TIM Cup 2014, 3 persone sono state soccorse dalla polizia dopo essere rimaste ferite nei pressi dello Stadio Olimpico.
2 sono state trasportate all’ospedale Villa San Pietro, si tratta di un ragazzo di 30 anni, ferito al torace, in codice rosso ed un uomo di 43 anni, colpito alla mano destra, entrambi attinti da colpi d’arma da fuoco.
Una terza persona, di 32 anni, è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Santo Spirito con ferite da colpi d’arma da fuoco ad un braccio e ad una mano.
È stata recuperata una pistola presumibilmente usata per i ferimenti.
Gli investigatori stanno provvedendo ad ascoltare alcuni testimoni.
Al momento il triplice evento non sembra essere collegato a scontri tra tifosi, ma avrebbe cause occasionali.

Roma 3 maggio 2014

Quindi? Dopo fiumi di parole, retorica e ipotesi paradossali, la partita può cominciare. Fischi durante l'inno nazionale davanti a Renzi. Gli ultras annunciano che seguiranno la partita in silenzio, senza supportare le due squadre.

La situazione è grottesca. Tipicamente italiana. Già vissuta. Ormai non riusciamo più a vergognarci. L'unica verità è che nessuno si fida delle istituzioni. Questo purtroppo, va detto.

  • shares
  • Mail