La settimana dei Municipi: prendi l’arte… e mettila da parte

Eventi artistici, scuola e sgomberi sono il pane quotidiano delle piccole amministrazioni

municipiart

Nella sonnolenta settimana che dalla Pasqua ci ha traghettato oltre la festa della Liberazione del 25 aprile, l’attività cittadina si è molto rallentata, compresa quella dei Municipi di Roma che hanno dato più spazio all’arte. Nel Municipio I, ad esempio, torna la rassegna ‘Cento pittori a via Margutta’ che fa letteralmente scendere in strada i migliori artisti della Capitale, rendendo la storica via del centro una specie di pinacoteca a cielo aperto in cui incontrare e fare quattro chiacchiere con questi eccentrici personaggi.

Il cinema, come è noto, delle arti è la settima e in questi giorni a Roma è stata protagonista con il 77.mo anniversario dell’inaugurazione di Cinecittà, nel Municipio VII, caduto il 29 aprile scorso. Si è colta l’occasione, quindi, per ricordare a chi di dovere il promesso (e mai partito) piano di rilancio degli studios, che sono un marchio riconoscibile e prestigioso in tutto il mondo, presente nell’immaginario collettivo condiviso da tutti gli amanti del grande schermo.

Se la democrazia si può considerare un’arte, allora è stato un appuntamento artistico anche quello organizzato dal Municipio XI per avvicinare alla legalità e – appunto – alla democrazia i giovani rom che frequentano la scuola media Fratelli Cervi a Corviale e che ha compreso anche una visita guidata a Montecitorio nei palazzi, appunto, del potere e della democrazia.

A volte, poi, può essere difficile seguire il proprio sogno artistico, soprattutto se non si hanno i soldi necessari per farlo. È per questo che in tutti i Municipi sono stati promossi corsi cosiddetti di ‘europrogettazione’ che forniscono le competenze di base per accedere ai fondi dell’Unione Europea destinati all’Italia e dei quali il nostro Paese ne utilizza meno della metà, con un evidente spreco di risorse. Mancano la formazione e l’informazione!

Un furto di risorse, invece, è stato messo a segno nel Municipio XII e precisamente nell’istituto comprensivo di via D’Averna, ai Colli Portuensi, dove per la seconda volta nel giro di pochi giorni i ladri sono penetrati rubando diverse attrezzature tecnologiche che la scuola era riuscita ad acquistare con molta fatica. Stesso Municipio, stesso settore (la scuola) ma un altro problema: i topi che sono tornati a infestare la Raffaello Sanzio in via del Casaletto.

Se la tolleranza fosse un’arte, inoltre, un premio andrebbe certamente al Municipio X che ha deciso di aderire alla ‘Settimana Rainbow’ istituita dal Comune per prevenire e combattere l’omofobia e ogni altra forma di discriminazione legata all’orientamento sessuale.

E chiudiamo con le solite notizie legate alla riqualificazione urbana: non c’è stata – evidentemente – alla Camilluccia, Municipio XV, dove si è aperta una voragine profonda oltre 3 metri e larga 14 causata dal collasso di una fognatura attribuito ad Acea. Aria di sgomberi, invece, nell’ex area industriale Papareschi a Marconi (Municipio XI) che si spera venga destinata all’aggregazione e alla cultura, e via anche gli insediamenti abusivi che erano sorti nell’area ex Miralanza, sempre a Marconi. Nel Municipio II, invece, Roma Metropolitane ha riconsegnato alla città le aree verdi della stazione Sant’Agnese-Annibaliano e il parcheggio adiacente alla linea metro B1: in entrambi ha realizzato un rinnovato impianto d’illuminazione e nuove piantumazioni arboree.

Foto | Agostino Zamboni

  • shares
  • Mail