La settimana dei Municipi. Auschwitz al Pigneto e le sentinelle dei parchi

pignetoIn tre Municipi della Capitale, I, XVII, e XVIII, la circolazione sarà vietata per tutto il giorno (a partire dalle 4 del mattino) in occasione della cerimonia per la beatificazione di papa Wojtyla, prevista per il prossimo 1 maggio. Lo ha comunicato il Campidoglio, aggiungendo che saranno anche chiuse al traffico le strade del centro storico già sottoposte a regime di Ztl.

"Il mio gesto aveva una motivazione artistica, ma è stato valutato secondo la logica dei politici e dei giornalisti". Si è giustificato così in diverse interviste Pietro Saviotti, 33 anni, docente precario, autore della installazione-provocazione al Pigneto che il 25 aprile è finita su tutti i giornali: la scritta in ferro battuto Il lavooro nobilita l'uomo, tale e quale quella appesa all'entrata dei lager nazisti.

Ora dovrà risponderne in Procura per "violazione della legge sulle discriminazioni razziali", ma il gesto non ha forse confermato ancora una volta la vitalità di questo quartiere romano, nuovo "san Lorenzo" in quanto a frequentazione di giovani e di iniziative artistiche e culturali?

Occhi puntati anche sul Municipio XIII, dove - dopo una Pasquetta "bagnata", che ha fatto crollare del 30% le presenze turistiche - c'è stata una accessa discussione sulla "tassa balneare" di un euro per accedere alle spiagge di Ostia per chi non è romano (tassa ritirata in extremis grazie a un accordo Comune-Fiba).

Il Municipio XIII ha anche annunciato che presto delibererà un ordine del giorno per installare barriere anti-rumore (soprattutto i vista della movida nei locali notturni prevista anche per questa estate).

E se gli abitanti del quartiere Africano denunciano lo stato dissestato dei marciapiedi (segnalato da appositi cartelli del Municipio II, che replica "quel tipo di manutenzione è di competenza comunale"), il Campidoglio sguinzaglia delle "sentinelle" del decoro (unitamente alla presenza di vigili), a partire dal 15 maggio, in tre dei più bei parchi della Capitale (villa Ada, Villa Borghese, villa Pamphili).

Multe in vista per padroni maleducati di cani in libertà e per gli sporcaccioni che non utilizzano i cestini dei rifiuti, mentre l'associazione Sherwood ha recentemente denunciato la presenza di una cabina con residui di amianto a Villa Ada.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail