L'insegna di Auschwitz al Pigneto, provocazione o follia?


Il confine tra gesto simbolico e grave speculazione sta diventando sempre più sottile. Soprattutto con la potenza dell'eco mediatico attuale. Perché il tam tam è immediato e straripante quando il richiamo è tragico.

Così tutti ora parlano dell'insegna apparsa stamattina sul ponticello pedonale che collega la Circonvallazione Casilina al quartiere Pigneto: 'Il lavoro rende liberi' (in inglese) con preciso riferimento all'ingresso del lager di Auschwitz.

Ovviamente è stata rimossa dalla polizia, mentre sul ponticello è andato uno striscione che recita "Basta morire uccisi dal lavoro e dall'indifferenza - Comitato no morti lavoro". Tuttavia il tempo necessario per le foto che ora fanno il giro del mondo c'è stato.

Polemiche a non finire, Maroni teme il clima che si respira a Roma ultimamente. Noi vi chiediamo: Siamo proprio sicuri che questo occorra per focalizzare l'attenzione sulla sicurezza sul lavoro?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: