Roma vista dai giornali stranieri: Natale di Roma a lezione dai gladiatori o a passeggio con Nerone

neroneLa passione e il fascino che esercita sul pubblico internazionale la storia della Roma imperiale dà vita ancora oggi, nel 2764 anniversario del Natale di Roma, ad una forte attenzione per l’antica Roma, sui giornali di tutto il mondo. Soprattutto visto che la Capitale rimane una delle mete preferite dagli stranieri che passeranno fuori il ponte pasquale.

Ma come festeggeranno i turisti il Natale di Roma? Se saranno in città potrebbero scegliere il “tour” in 3D nei luoghi di Nerone, come informa il Times (Nerone è un imperatore sempre molto di moda, nella top ten dei peggiori della storia).

Oppure potranno approfittare di una attività che sembra andare per la maggiore, almeno a leggere su Viator gli entusiastici commenti degli stranieri che l’hanno provata, la lezione di lotta gladiatoria. Un pacchetto completo include una sessione di due ore a cura del Gruppo storico romano, l’affitto delle opportune vesti e armi (of course) e anche un drink gratis.

L’Independent ad esempio dedica un pezzo alla top ten delle “Passioni” degli antichi romani, riprendendo l’argomento dell’autore del libro Roman passions: a history of pleasure in imperial Rome.

Le passioni, spiega Ray Laurence, includevano tutti i sensi, dal gusto (il piacere del vino) a quello erotico (la dimestichezza con il sesso, soprattutto nelle saune) fino alla vista (la passione per le grandi opere urbanistiche).

Ma le biografie storiche su imperatori e donne protagoniste dell’epoca non conoscono limite di numero: fra le tante la recente riscoperta della figura della moglie di Augusto, Livia (Empress of Rome: the life of Livia, di Matthew Dennison) paragonata a una sorta di Nanny McPhee d’altri tempi (sempre appresso ai figli che Augusto fece con le altre mogli, visto che lei durante la loro unione rimase sterile).

  • shares
  • Mail