Sta nascendo la Città dei giovani - lavori in corso agli ex mercati generali



Librerie e biblioteche. Un palazzetto dello sport da 6000 posti. Cinema, negozi, ristoranti di qualità, due centri gastronomici, uno nazionale ed un altro multietnico, ed una grande mediateca dove troaver musica e film. Ed ancora un grande centro fitness, le terme "moderne" ed anche un asilo nido. E' la città dei giovani dell'architetto "del caos" Rem Koolhas, il cui primo passo per la costruzione, che si concluderà entro il 2010, è stato compiuto con le prime demolizioni degli ex mercati generali sulla via Ostiense, l'area dove appunto sorgerà l'opera.

Chi è stato a Londra potrà certamente capire cosa intende Veltroni quando parla della futura città dei giovani come la "Covent Garden" romana. Una grande area dove si susseguiranno negozi alla moda, cinema, librerie e quant'altro possa servire ad aggregare i giovani cittadini romani, tra l'altro a pochi passi dalla zona di via Libetta e dintorni, dove già oggi la notte è animata da locali tipo Classico Village o Goa, dalla presenza della città del gusto e del teatro India e dalle sedi dell'università di Roma Tre.

Sulla qualità estetica dell'opera che verrà se ne può discutere. Anche se a me piace questa specie di accozzaglia di forme geometriche squadrate ricoperte di materiali colorati e lucidi. Al di là del dibattito sulla sua bellezza, però, quando la città dei giovani sarà finita credo che ne gioirà Roma, perchè arricchità di architettura contemporanea di qualità, perchè avrà un nuovo luogo di aggregazione sociale tra cultura, sport e divertimenti ed infine perchè vedrà una nuova fetta di città riqualificta dall'attuale degrado a costo zero visto che i lavori saranno a carico dei privati, Lamaro e Fingen le imprese, i quali beneficeranno dei frutti della gestione per 30 anni.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: