'Per dignità e non per odio...' Note e Parole Resistenti a Roma, con Frankie Hi NRG, Stefano Di Battista, Paola Turci, Luca Madonia...

Partigiani_sfilano_per_le_strade_di_milano

Oggi è inevitabile pensare e parlare di Liberazione, resistenza e dignità, del resto che la musica esiste e resiste nonostante tutto, e soprattutto ‘aiuta a resistere’ è una cosa risaputa, per noi oggi come per i partigiani di ieri, se poi le “Lettere di partigiani romani” le 'rappa' Frankie Hi NRG il legame tra ieri e oggi si fa ancora più saldo.

Questo è lo spirito che domani animerà 'Per dignità e non per odio...', l’iniziativa de l’Unità per la Liberazione, portando al Circolo degli Artisti concerti e letture di “gemme musicali e letterarie che hanno accompagnato e scandito la lotta dei Partigiani durante la Resistenza“.

Tra le Note Resistenti anche una “Bella Ciao” come probabilmente non l'avete mai sentita, in chiave jazz con il sax di Stefano Di Battista, la “Pietà l’è morta” interpretata da Paola Turci, “Fischia il vento” da Luca Madonia, “Festa d’Aprile” da Fausto Mesolella, e la canzone simbolo del movimento di protesta dei giovani iraniani contro il regime di Ahmadinejad dalla Med Free Orkestra.

Tanta musica alternata alla lettura di brani di Antonio Gramsci, Giuseppe Dossetti, Don Milani, Ada Godetti, Tina Anselmi, Vittorio Foa, Sandro Pertini .. mentre Elisa Casile musicherà “Partigia” di Primo Levi, Emanuele Dabbono la poesia di Calamndrei “Lo avrai, camerata Kesserling” e Nidi D’Arac intonerà quell'Italo Calvino partigiano "Santiago" nelle Brigate Garibaldi, che nel Ricordo di una battaglia ricorda ..

« Avevamo vent'anni oltre il ponte / oltre il ponte che è in mano nemica / vedevamo l'altra riva, la vita / tutto il bene del mondo oltre il ponte / tutto il male avevamo di fronte / tutto il bene avevamo nel cuore / a vent'anni la vita è oltre il ponte / oltre il fuoco comincia l'amore »

Senza barriere di genere o compenso, visto che ogni ospite prende parte al concerto e alla realizzazione del cd musicale che sarà in edicola con l’Unità, senza percepirne alcuno, e l’ingresso allo stesso è libero a sottoscrizione, il concerto sarà quindi un modo per riflettere più ancora che per non dimenticare.

Foto | Wikipedia

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: