Ostia antica più grande di Pompei - la città 'segreta' scoperta dalla Soprintendenza archeologica di Roma

L'ultima sorprendente scoperta della Soprintendenza archeologica di Roma, prefigura le dimensioni di una città di Ostia antica più grande di Pompei.

Nel corso dei secoli, gli scavi nel sito archeologico che circoscrive la città portuale dell'antica Roma, datando l'inizio del suo predominio sul mare, non hanno lesinato piccole e grandi scoperte, con tanto di mausolei tornati alla luce mai avuta, e navi di età imperiale emerse dagli oceani del tempo.

Quella appena fatta da un team di studiosi italo-inglesi, rischia però di cambiare il corso della storia e della geografia conosciuta sino ad ora, con il Tevere che “nel I secolo a.C, non chiudeva la città a nord, ma la divideva in due parti".

A British archaeologist works on October

La sensazionale scoperta di torri, magazzini, mura di cinta e tracciati stradali finora sconosciuti, che si estendono oltre le sponde del Tevere, fino a Isola Sacra, nella zona settentrionale del fiume e in una parte di Ostia Antica fino ad oggi 'segreta'.

La scoperta archeologica "eccezionale" di una “vera e propria città", con dimensioni tali da superare anche quelle di Pompei, emersa dagli scavi iniziati nel 2007 da Angelo Pellegrino e Paola Germoni della soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma, insieme ai professori Simon Keay della University of Southampton-British school at roma, e Martin Millett della University of Cambridge, che hanno diretto archeologi e geofisici, nell'area che si estende fra gli antichi scali marittimi di Portus e di Ostia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail