Atac: le deviazioni della settimana dal 18 al 24 aprile 2011

Roma_metro_linea_C

Se la mobilità della scorsa settimana a qualcuno è sembrata la sperata 'quiete prima della tempesta' che ci eravamo augurati all'inizio, questa non lascia scampo neanche alle previsioni più ottimistiche, iniziando con i festeggiamenti del Natale di Roma, e finendo con quelli di Pasqua.

Prima di entrare nel vivo dei festeggiamenti, e tanto per non farci mancare nulla, nella notte tra lunedì e martedì ci penseranno anche le riprese cinematografiche della capitale dei set, a chiudere al transito ponte Duca D’Aosta, deviando su ponte Flaminio le linee notturne n24 e n25 .

Feste o non feste, a non mancare proprio mai in città sono i lavori in corso, a partire da tutto quello che una settimana dopo l'altra ereditiamo della precedenti, come quelli in via Cherasco, zona Cerquete Grandi, che fino al prossimo 26 aprile continuano a deviare le linee scolastiche 027 e 031 su via Rubiana, via Pallanzeno e via Cherasco.

Stessa cosa per il cantiere sulla rete elettrica di via Tiburtina, tra piazza di Porta San Lorenzo e via dei Marrucini, che continuerà a deviare fino al 25 di maggio le linee bus 71 e 140 su via Cesare De Lollis, via dei Ramni e piazzale Sisto V.

Da lunedì 18 un cantiere sulla rete del gas devia la linea 85, che non transita in via Genzano e, in direzione Arco di Travertino, da largo Volumnia è deviata su via Tuscolana, via dell'Arco di Travertino.

Nel II municipio, le linee bus 63, 92, 310, 630 e la notturna n13, che da venerdì 8 aprile non transitano su via di Novella a causa di una voragine, sono deviati su piazza Crati, via di Priscilla e piazza di Novella e da qui riprendono il normale itinerario.

giovedì 21 il dissesto del manto stradale in via Terpandro, costringe i bus della linea 016 provenienti dal capolinea di via Monti di San Paolo a deviare per via Usellini, via Posidippo, piazza Eschilo e via Euripide, da dove riprendono il normale percorso.

I lavori per la Nuova Stazione Tiburtina procedono, ma fino alla fine di agosto 2011, ulteriori modifiche alla viabilità della Tangenziale Est arrivano con i lavori di costruzione della galleria artificiale della Nuova Circonvallazione Interna, costruita per collegare Batteria Nomentana allo svincolo della A24, spostando sul lato Pietralata il percorso dell’attuale Tangenziale Est, trasformata in una strada a servizio del quartiere con sensibili miglioramenti in termini di inquinamento ambientale, acustico e del traffico locale.

Quindi, dopo accurati studi sul traffico per limitare i disagi, in direzione Salaria, tra Via Ungarelli e fino al termine della rampa di immissione proveniente da Batteria Nomentana, il traffico resta deviato su una nuova rampa a due corsie.

In direzione San Giovanni, da Ponte Nomentano il traffico procede sulle due corsie della attuale rampa che conduce a Via della Batteria Nomentana, da qui i veicoli possono seguire o il percorso ad una corsia sulla nuova rampa in Tangenziale, oppure seguire l’attuale percorso alternativo di Via Maes.

Dai mezzi pubblici alla mobilità di quanti accedono alla capitale attraverso le arterie extraurbane, Autastrade per l’Italia comunica che "per due notti consecutive, lunedì 18 e martedì 19 aprile dalle ore 22.00 alle 05.00, a causa del varo di travi del cavalcavia di svincolo, sulla Diramazione di Roma nord sarà chiuso lo svincolo di Settebagni, in uscita per chi proviene dal Gra ed in entrata verso Firenze. In alternativa si consiglia di utilizzare lo svincolo N.10 del Gra, oppure in uscita anche la stazione di Castelnuovo di Porto".

Dal 20 aprile al 16 maggio si potranno rinnovare le Card Over 70, e l’agevolazione riservata agli ultrasettantenni residenti a Roma con reddito ISEE fino a 15mila Euro, che non sarà più valida a partire dal prossimo 1° luglio per viaggiare sui mezzi pubblici.

Le nuove card Atac, valevoli dall’1 luglio al 31 dicembre 2011, vanno richieste direttamente nel Municipio di appartenenza, e saranno personalizzate (nome, cognome e foto), dotate di chip e rispetto alle precedenti anche ricaricabili, quindi da conservare per gli anni successivi.

Martedì 19 aprile, dalle 17.30 alle 19.30, a Monte Sacro il corteo della festa nazionale venezuelana diretto ai giardini di via Monte Serrone, partirà da piazza Sempione, attraversando corso Sempione, via Maiella, via Nomentana, via Falterona, e causando possibili brevi stop o deviazioni alle linee Atac 60 Express, 84, 211, 311, 342, e le linee 343 e 344 di Roma Tpl.

Mercoledì 20 aprile a Ostia, dalle 9.30 alle 20 una manifestazione studentesca con corteo percorrerà via Capo Palinuro, viale dei Promontori, stazione Lido Nord, via dei Romagnoli, via delle Canarie, via Orazio dello Sbirro, corso Duca di Genova, piazzale della Posta, piazza della Stazione Vecchia, per fermarsi a partire dalle 10.30, in piazza Anco Marzio per un sit-in. Tutto questo rischia di creare rallentamenti, limitazioni o deviazioni alle linee Atac 01, 04, 05, 05B, 014, 015, C19.

Nello stesso giorno a Trastevere, dalle 15 alle 19.30, in largo Bernardino da Feltre, nei pressi del ministero dell’Istruzione, anche una manifestazione per la scuola in caso di occupazione di viale Trastevere, potrebbe causare rallentamenti, limitazioni o deviazioni alle linee Atac H, 3, 44, 75, 115, 125, 780 e al tram 8.

Ancora mercoledì, dalle 17 il concerto per il 2764mo Natale di Roma in piazza Sant’Ignazio, limiterà il transito nella piazza, e dalle 16 alle 19.30 potrebbe anche rallentate o deviate le linee bus 116 e 116T.

Giornata piena mercoledì 20, che terminerà dalle 20 alle 21.30, con la via Crucis organizzata dalla chiesa parrocchiale di Gesù Divino Lavoratore, sfilando per le vie della zona di viale Marconi, fino alla chiesa dei Santi Aquila e Priscilla.

I partecipanti sfileranno, per via Oderisi da Gubbio, via Grimaldi, piazza Enrico Fermi, viale Marconi, via Ghepardi, via Valerio, via Fermi, lungotevere Vittorio Gassman, via Blaserna, limitando o deviando il percorso delle linee Atac 170, 766, 780, 781, 791.

Giovedì saranno ancora le celebrazioni per il Natale di Roma, a portare alle 9.00 il sindaco Alemanno all’Altare della Patria per deporre una corona d’alloro sulla Tomba del Milite Ignoto, con gli inevitabili rallentamenti, limitazioni o deviazioni per le linee Atac H, 30 Express, 40 Express, 44, 46, 60 Express, 62, 63, 64, 70, 81, 84, 85, 87, 95, 117, 119, 160, 170, 175, 186, 271, 492, 571, 628, 630, 715, 716, 780, 781, 810, 850, 916.

Questo Venerdì Santo sarà tutto una via crucis a partire da quella tradizionale del Colosseo presieduta e celebrata dal Pontefice dalle 21 alle 23, che salle 19 alle 23.30 chiuderà al traffico via Celio Vibenna, via di San Gregorio e il tratto di via dei Fori Imperiali compreso tra largo Corrado Ricci e il Colosseo, rallentando o deviando le linee 3, 60 Express, 75, 81, 85, 87, 117, 175, 271, 571, 673, 810, 850, e per motivi di sicurezza chiudendo la fermata “Colosseo” della linea B del metrò a partire dalla 18.30.

I fiumi di fedeli e luci in processione lungo le stazioni della Via Crucis attraverseranno anche molti quartieri della capitale da Dragona, dove dalle 17 la una Via Crucis organizzata dalla parrocchia di Santa Maria dei Martiri potrebbe causare rallentamenti o deviazioni alla linea 04B, a A San Basilio, dove dalle 21 la processione che sfilerà per le vie del potrebbe rallentare il percorso delle linee 343, 344 e 444.

A Casal de’ Pazzi, dalle 20,30 la processione organizzata dalla parrocchia di San Gelasio potrebbe causare ritardi alla linea 311. Nella stessa ora a Centocelle la processione organizzata dalla parrocchia Sacra Famiglia di Nazareth devierà o rallenterà le linee 114, 412, 450, 542, 558.

Sempre a partire dalle 20.30 la Via Crucis a Casal Bertone interesserà le linee 440 e 545, mentre Pietralata se ne concederà addirittura due, quella organizzata dalla parrocchia di San Romano Martire che interesserà le linee 111 e 440, e quella organizzata dalla parrocchia di San Michele Arcangelo le linee 111, 211 e 441.

Allo scoccare delle 21.00 partiranno i fedeli del V Municipio, nei pressi della stazione “Rebibbia” del metrò, nella processione organizzata dalla parrocchia Sacro Cuore di Gesù, che farà rallentare le linee 163 e 311 e la linea 449.

Alla stessa ora al Tiburtino, la Via Crucis organizzata dalla parrocchia di Santa Maria del Soccorso avrà effetti sulle linee 309 e 450, mentre in via Marmorale a Tor San Giovanni interesserà la linea 86.

A Gianicolense la via crucis organizzata dalla parrocchia Nostra Signora di Coromoto, dalle 21 potranno rallentare o deviare le linee 31 e 33, e la Via Crucis a Trastevere, organizzata dalla chiesa di San Francesco d’Assisi, potrebbe rallentare o deviare le linee 121, 122, 125, dalle 21 alle 22.30.

Sempre più nottambuli, dalle 21.30 alle 22, la processione organizzata dalla chiesa ortodossa di san Teodoro in Centro, che percorrerà via San Teodoro, via dei Cerchi, piazza Bocca della Verità, via Luigi Petroselli, potrebbe rallentare o deviare le linee 30 Express, 44, 81, 95, 160, 170, 628, 715, 716, 781.

Nei giorni di Pasqua e Pasquetta le biglietterie Atac presenti nelle due linee della metropolitana A e B apriranno al pubblico dalle 8 alle 20 nelle stazioni di Ottaviano, Spagna e Termini; dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 20 invece in quelle di Battistini, Cornelia, Lepanto, Anagnina, Ponte Mammolo, Eur Fermi, Laurentina.

Appartengono ai trascorsi meno recenti ma sempre validi e utili da tenere in considerazione, le nuove regole per il trasporto delle biciclette in metropolitana e sui treni della Ferrovia Roma-Lido di Ostia, che dispenseranno al massimo i loro benefici con la bella stagione.

Lo Ztl a Piazza di Ponte Milvio, ogni venerdì e sabato sino a settembre, dalle 22.30 alle 02.30 torna ad essere zona “pedonale”, circoscritta da numerosi varchi elettronici presidiati dagli agenti del XX Gruppo di Polizia Municipale, fatta eccezione per l’uscita in direzione Lungotevere per chi proviene dal quadrante Farnesina.

Il servizio di vigilanza armata fissa continua a pattugliare le Stazioni Due Ponti e la Centro Rai per la Ferrovia Roma-Civitacastellana-Viterbo, interessata per i prossimi otto mesi da lavori di ristrutturazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche, e quindi provvisoriamente spostata lungo via Carlo Emery, all'altezza del civico 129, nei pressi dell'entrata della sede della Rai, a circa 200 metri dalla fermata originaria.

Stesso discorso per le fermate della linee MA1 e MA2 che sostituiscono la linea A del metrò dopo le 21, tutti i giorni escluso il sabato, a causa dal cantiere tirato su per costruire la stazione San Giovanni della famigerata e transennata Metro C (nella foto).

Per ora mi sembra tutto, ma come al solito continuerò ad aggiornare periodicamente la rubrica ..

  • shares
  • Mail