Carte di credito clonate, operazione "Dolly Card" tra Roma e la Bulgaria: 7 arresti

L'operazione Dolly Card ha permesso di scoprire un sodalizio criminale internazionale: i clonatori di carte incassavano 100mila euro al giorno

FRANCE-BANK-CARD-FEATURE

I Carabinieri del Comando Antifalsificazione di Roma Centro, nel corso del finesettimana, hanno emesso 7 ordinanze di custodia cautelare in carcere e denunciato altre quindici persone nell'ambito dell'operazione Dolly Card, che ha sgominato un'associazione a delinquere internazionale atta a clonare e falsificare carte di credito.

Un business da 100mila euro al giorno che è stato fermato grazie alle indagini dei Carabinieri, cominciate alla fine del 2012 in seguito ad una serie di arresti in flagranza di reato: i militari hanno infatti accertato l'esistenza di una vera e propria associazione a delinquere che faceva da ponte tra la Bulgaria e Roma composta prevalentemente da soggetti di etnia bulgara specializzati nella clonazione di carte di credito mediante la manomissione di sportelli bancari ATM.

Gli sportelli, scelti in base all'"affluenza" di turisti, venivano manomessi con l'installazione di apparecchiature skimmer, dotate sia di un lettore in grado di carpire i dati riservati delle carte di credito utilizzate per il prelievo del denaro, che di una microtelecamera per rilevarne i relativi PIN segreti. Dopo alcune ore gli skimmer venivano recuperati da alcuni complici che scaricavano i dati su card vergini e avevano così credito illimitato; i dati delle carte di credito venivano inviati via internet in altri paesi (Stati Uniti d’America, Kenya, Bali, etc) e poi clonati sui supporti plastici utilizzati per effettuare gli illeciti prelievi di denaro contante, in danno dei titolari.

A pagare tanti turisti della Capitale: non è chiaro quanti sportelli in totale siano stati manomessi, ma le 21 ordinanze di custodia cautelare e i 78 congegni skimmer, le 33 microtelecamere e le centinaia di carte di credito già clonate fanno pensare ad un business molto ben avviato e ottimamente organizzato.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail