Atac 'vaff..': indicazioni e ironie dai display dei bus di Roma

I display dei bus Atac si concedono indicazioni 'colorite'.

Alle consuete ironie del quotidiano, Atac aggiunge spesso un grosso contributo, anche quando non lascia la città a piedi o all'attesa per ore alle fermate, spesso sostituendo la segnaletica numerica con testi che vanno dall'odiato 'deposito' e 'fuori servizio' a frasi più colorite e fantasiose.

Da questo punto di vista, un motto come 'onore al Duce', apparso qualche giorno fa al posto della segnaletica numerica di un autobus nella rimessa di Acilia, e condiviso dal blog www. nonleggerlo. blogspot. it, che non ha mancato di infastidire gli animi più sensibili a tutto quello che implica, e attivare le solite indagini 'interne' dell'azienda di trasporto, come precisato dalla nota

"In relazione all'utilizzo improprio del display di un autobus della rimessa di Acilia, Atac spa ha immediatamente attivato le indagini interne per giungere all'identificazione del responsabile del grave atto al fine di far scattare le sanzioni disciplinari previste . Qualora il gesto configurasse reati di carattere penale al di fuori dello stretto ambito aziendale, Atac spa provvederà a informare senz'altro l'autorità giudiziaria".

Con quella comparsa a quanto pare sul bus fermo al capolinea della linea 224 in piazza Augusto Imperatore, che espone un profetico ed eloquente 'vaff....o', quanto meno a giudicare dalla foto adnkronos che trovate on line, la mancanza di apprezzamento per l'ironia, potrebbe però estendersi ad una fascia decisamente più ambia di utenti.

Un'indicazione già presa in prestito dagli utenti più insoddisfatti dei disservizi cronici di Atac, dalla pagina social di Facebook QUESTO E'....L' ATAC!!, agli sfoghi via Twitter, spingendosi ad acronimi che non lesinano apprezzamenti decisamente più coloriti. A questo proposito, ai più sensibili alle volgarità, sconsiglio l'ascolto della sigletta dei Prophilax, che accompagna il video d'apertura di questa segnalazione.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Albertone sarebbe stato più raffinato ...

  • shares
  • Mail