Pasqua a Roma 2011: Tra Sacro & Profano, via crucis, concerti, festival, colombe, uova e agnellini sacrificali

RondoneR_17

Le sabbie del tempo scorrono come i weekend di primavera, attesi coma la ‘manna dal cielo’ anche da chi non ha mai letto le sacre scritture, e pronti ad accogliere Sacro & Profano a braccia aperte nella capitale del cattolicesimo, che ha già fatto il tutto esaurito per la beatificazione di Papa Wojtyla.

Scettici e fedeli, opportunisti e curiosi stanno già facendo piani per l’arrivo della Santa Pasqua del 24 aprile, accompagnata da una profusione di rituali ed eventi per tutti gli usi e consumi, tra uova di ogni foggia, agnellini sacrificali, colombe di pace trasformate in dolci per la colazione e colazioni sull’erba trasformate in pranzi, via crucis scenografiche e viaggi di piacere, favoriti dalla chiusura delle scuole dal 21 al 27 aprile.

Tra chi parte, chi resta e chi arriva a Roma, saranno comunque in tanti a scegliere le omelie liturgiche come balsamo per ansie e timori, che crisi, catastrofi, incertezze, scandali, guerre ed esodi hanno portato a livelli preoccupanti.

Una vera folla parteciperà alla solenne e suggestiva Via Crucis del Venerdì Santo, alla processione di luci e anime per le vie del centro e le quattordici stazioni che narrano gli episodi salienti della Passione, passando anche all’ombra dei quel Colosseo complice di ogni genere di ‘passione’.

La stessa partecipazione riscuoteranno percorsi spirituali che non conoscono confini, le celebrazioni del sabato, la domenica di Resurrezione, con la Messa solenne celebrata dal Santo Padre in Piazza San Pietro, e quelle in tutte le chiese di centro e periferia, fino al Lunedì di Pasquetta, dedicato perlopiù a scampagnate dentro e fuori Roma, svago e visite culturali che nella capitale non scarseggiano mai.

Ispirazione, riflessione e atmosfera saranno conciliate anche dalle note musicali e dai numerosi concerti programmati nel lungo fine settimana, a partire dal Concerto di Pasqua dell'Orchestra Sinfonica di Roma che il 21 al 22 aprile porterà all'Auditorium conciliazione la Lettura del Magnificat di Alda Merini e F. J. Haydn: Le ultime sette parole di Cristo sulla Croce.

Le Sonata KV 331 “Alla Turca” & Sonata KV 284 “Dürnits – Sonate” di Mozart e la Rapsodia Ungherese N. 3, 4, 5 di Liszt, eseguite da Ede Ivan
(pianoforte), accompagneranno il Concerto di Pasqua di domenica 24 aprile, e quelle di Mozart ( in Do Maggiore KV 330; in La Maggiore KV 331 “Alla turca”; in Do Maggiore KV 545 “Facile”; in Fa Maggiore KV 332) eseguite da Marco Albrizio (pianoforte), il Concerto di Pasquetta di lunedì 25 aprile, alle 17.15 nella Sala Baldini di Piazza Campitelli 9.

Domenica alle 18.30 la chiesa Evangelica Luterana di San Paolo Entro le Mura ospiterà le note del MAGNIFICAT Rv 610 e GLORIA Rv 589 di Antonio Vivaldi, per Soli, Coro, Cembalo e Orchestra d'Archi, eseguite da la Nova Amadeus Orchestra diretta da Lorenzo Macrì, mentre l'apoteosi di Sacro e profano domenica 24 Aprile 2011 si celebrerà allo Stadio Olimpico, dove in parecchi pregheranno e osanneranno l'incontro di calcio tra Roma - Chievo.

Dal 16 al 25 aprile 2011, torna a Roma anche l'appuntamento con la Musica Sacra della quattordicesima edizione del Festival di Pasqua, che omaggerà il 150° Anniversario dell'Unità d'Italia con concerti che spaziano dalla musica polifonica e gregoriana ai capolavori dei grandi compositori del tardo romanticismo, nei più suggestivi luoghi della Città di Roma.

Il tutto ovviamente ben organizzato, per l'anima che forse vola, e quel corpo ben piantato a terra che farà se non altro muovere l'economia, mentre le rondini primaverili sorvolano i tetti della città, e le colombe tornano per qualche giorno ad essere messaggere di pace, dolcetti, lavoretti e decorazioni.

Foto | RondoneR

  • shares
  • Mail