Nerone torna ad 'accendere' i riflettori su Colosseo, Foro romano e Palatino

Nerone

La capitale nascosta, ancora sepolta, ha spesso in serbo ‘verità scottanti’ che emergono dal sottosuolo scavo dopo scavo, come quelle relative all’incendio che brucio Roma per nove giorni il 18 luglio del 64 dopo Cristo, rinvenute nel recente scavo alla Meta Sudans diretto da Clementina Panella.

Dopo secoli tornano alla luce novità, tracce e documenti dei disastroso evento, che fornì a Nerone il pretesto per iniziare a costruire in tutta magnificenza la sua Domus Aurea, protagoniste di una mostra intitolata all’ultimo imperatore della dinastia giulio-claudia e alla sua politica di ricostruzione avviata nella Roma distrutta dal 64 al 68 d.C.

Un percorso-mostra neroniano dislocato nell’area archeologica centrale di Roma, che toccherà i ritratti e gli intrecci di famiglia nella Curia Iulia al Foro romano, la proiezione del video "Nerone superstar" a cura di Raffaele Rivieccio, e quello che ha reso così “famigerato” il nome dell’imperatore fino a oggi al Tempio di Romolo, il lusso del palazzo imperiale e la propaganda politica tra Criptoportico neroniano e Museo Palatino.

Nerone
Nerone Nerone Nerone

A pochi passi da quella vera, quasi sempre inaccessibile e a rischio crollo, una Domus Aurea virtuale sarà ospitata al Colosseo insieme alla ricostruzione dell’incendio Neroniano, mentre le immagini di Nerone a cura di Livia Cannella saranno proiettate sulla facciata della Curia visibile da via dei Fori imperiali.

NERONE a cura delle archeologhe Rossella Rea e Maria Antonietta Tomei, tornerà quindi ad accendere i riflettori su Colosseo, Curia Iulia, Tempio di Romolo al Foro romano, Criptoportico neroniano e nel Museo sul Palatino, dal 12 aprile al 18 settembre 2011.

Lo stesso biglietto di ingresso (intero €12.00, ridotto €7.50) consente l’accesso a Colosseo, Palatino e Foro romano, per informazioni e visite guidate si può fare riferimento a Pierreci, mentre organizzazione e catalogo sono a cura di Electa.

  • shares
  • Mail