Cerchi lavoro a Roma? Attento alle bufale sul web

C'è crisi. Annunci di lavoro sempre più creativi e curiosi. Guardate questo che abbiamo intercettato su un motore di ricerca specializzato.

Schermata 2014-03-30 alle 17

La campagna #CoglioneNo ormai la conosciamo bene tutti, ma forse si dovrebbe istituire un premio per #pazzosì per gli annunci di lavoro più strambi e paradossali che si trovano in rete.

Guardate questo che ci manda un nostro lettore. Si tratta di un annuncio che si trova in diversi siti di annunci di lavoro. E' per chi vuole fare il "redattore calcistico", niente meno.

L'annuncio parte normale, fa la sua richiesta di collaborazione, poi ammette che non può pagare (capita spesso). Di norma basterebbe questo per chiudere la pagina, ma è dopo che viene il bello.

Il datore di lavoro garantisce che "può fare iscrivervi" (ma perché sarebbe vietato?) ai maggiori siti di scommesse online, che vi offrono un bonus di entrata. "Grazie a me" aggiunge. Come se servisse essere presentati.

Ma non è finita. Perché vi viene garantito anche il rimborso nel caso li perdiate (che manco erano vostri). E poi la perla finale:

"Naturalmente tutto ciò sarà possibile almeno dopo un mesetto di lavoro, 50 euro che poi più in la offrirò io al mese di tasca mia."

Quindi ricapitoliamo. Uno scrive gli articoli. Si registra, scommette e perde qualche bonus (ma se lo vince?), che poi gli verrà restituito così. E questo sarebbe un lavoro?

  • shares
  • Mail