Obama e Kerry a Roma: tre giorni di visita ufficiale blindata con foto

Tre giorni di visita ufficiale di Barack Obama e Jonh Kerry, nella Roma blindata, con la mappa delle modifiche della viabilità, dei divieti di sosta, e delle zone non raggiungibili neanche dai cellurari.

Il Segretario di Stato americano, Jonh Kerry, è già atterrato ieri all'aeroporto di Ciampino e ha fatto un giretto scortato, ma da oggi, mercoledì 26 a venerdì 28 marzo si apre ufficialmente la tre giorni di visita ufficiale a Roma del Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

Una visita in città anticipata dal 'singolare' video dell'Ambasciata Americana (ad apertura anche di questa segnalazione), accolta da una città blindata, non solo per la visita al Colosseo programmata per le ore 13 di domani, 27 marzo, preceduta dagli incontri con Papa Francesco (e chiusura di via della Conciliazione), con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e con i rappresentati del governo a Villa Madama (in zona Trionfale/Monte Mario).

La città così blindata che da Sky trapela che nelle zone in cui sarà presente Obama neanche i cellurari saranno raggiungibili!

World Leaders Gather For Nuclear Security Summit 2014

La città che per agevolare gli spostamenti del corteo presidenziale, già dalla notte tra lunedì e martedì, e sino alle 13 di venerdì, limita la sosta nella zona tra Villa Borghese, via Veneto e Porta Pinciana, a piazza Bocca della Verità e largo di Torre Argentina, e su alcune strade all'interno del rione Trastevere.

Sul fronte della viabilità, già dalla notte tra martedì e mercoledì, su viale Rossini, via Aldovrandi, via Paisiello, via Bertoloni e altre strade attorno a Villa Taverna, ai Parioli, residenza dell'ambasciatore americano, scatta il divieto di sosta.

Nella notte tra martedì e mercoledì, sono scattati anche i divieti di sosta attorno alla sede dell'ambasciata Usa di via Veneto, quindi su via Sallustiana, via Boncompagni, via Marche e via Sicilia.

Stessa cosa su viale Rossini, via Aldrovandi, via Paisiello, via Bertoloni e strade adiacenti a Villa Taverna, residenza dell'ambasciatore americano, dove soggiornerà il presidente Barack Obama.

Per la stessa ragione dalle ore 13 di mercoledì sino a venerdì, nella zona dei Parioli, resta deviato su percorsi alternativi anche il servizio delle linee 52, 53, 168, 217, 233 e 910.

Le linee dirette in Centro (piazza Pitagora), da via Paisiello percorrono via Bellini, viale Liegi, piazza Ungheria, viale Liegi, piazza Santiago del Cile, via Lagrange, via Bertoloni.

In direzione Piazza Verdi, da piazza Piatagora, transitano per via Stoppani, viale Parioli, viale Liegi, via Cimarosa.
Tra mercoledì e venerdì sono previste chiusure al traffico su viale Rossini e la temporanea sospensione delle fermate di bus e tram tra piazza Ungheria, via Aldrovandi e via Mercadante.

Giovedì 27, giorno in cui si concentra il maggior numero di appuntamenti ufficiali, i divieti di sosta si estendono nella zona del Vaticano, del Quirinale, di Villa Madama, mentre intorno all'Anfiteatro Flavio scattano già dalla notte tra mercoledì e giovedì, e dove entro le 13 di giovedì, viene chiusa la fermata Colosseo della metro B.

Nella stessa giornata limitazioni al traffico interessano anche l'area tra via Giulia, largo Fiorentini, vicolo della Moretta, via di Sant'Aurea, piazza de' Ricci, piazza Vincenzo Pallotti, via dei Cartari, via Larga e via del Pellegrino.

Ora non resta che aspettare il Boeing 747 Air Force One sul quale viaggia il presidente di Obama, con atterraggio programmato in serata all'aeroporto di Fiumicino, con una mezzora di spazio aereo chiuso, mentre all'aeroporto di Ciampino sono già atterrati 10 C-130 con 20 auto corazzate a bordo per gli uomini della sicurezza della Casa Bianca. A scortare il presidente, provvederanno infatti 200 agenti delle forze speciali Usa e dei corpi militari, affiancati dalle forze speciali italiane, Nocs e Gis.

President Barack Obama Arrives In Rome

L'unica cosa certa per noi poveri mortali, è che per la viabilità del centro saranno giorni di 'fuoco incrociato'.

Segue la gallery fotografica della visita presidenziale che si è conclusa per il presidente americano con la piacevole sorpresa di trovare il Colosseo più grande di tanti stadi moderni, il dispiacere di lasciarla, stando a quanto riportato dal Sindaco Marino, e la possibilità che torni a Roma il 4 giugno, in occasione delle celebrazione dei 70 anni della Liberazione della Capitale.

#ObamaRoma - partenza dalla capitale

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail