Sapore di Roma & Itinerari per Buongustai: tutti nel pentolone del IV Festival Internazionale della Zuppa e de La Città dell’Utopia

IV_Festival_Internazionale_della_Zuppa_CittÃ� _dell_Utopia_Roma_2011_Flyer Per Sapori di Roma che si aprono alla riscoperta dell’ovvio con varianti insolite e sorprendenti, gli itinerari per buongustai di oggi aspettano il IV Festival Internazionale della Zuppa, nato nel 2001 a Lille e diffusosi in altre città d'Europa, ospitato alla Città dell'Utopia sabato 9 aprile 2011 dalle ore 10.00.

Una festa ludica del cibo per tutti, dedicata alle infinite varianti del piatto più ricco e polare del mondo, aperta a "mastri zuppari" pronti a condividere il loro sapere, virtuosi dell’ingrediente segreto, nonne inossidabili e streghe impenitenti, signore dal mestolo creativo, assaggiatori dal cucchiaio generoso, e tutti quelli che sono caduti nel pentolone da piccoli. :D

Purtroppo la maggior parte dei Micro eventi zuppeschi hanno anticipato la festa, dalla Serata Zuppappà alla Zuppa In Bici di domenica scorsa, ma c'è ancora tempo per Tuttezupperterra di domenica 3 aprile, dalle ore 11.00 (Per iscriversi e richiedere informazioni: zuppa@lacittadellutopia.it o 06 59648311).

Vero crocevia di sentieri gustosi, La Città dell’Utopia ha in serbo anche il percorso di cene ispirate dalle ricette della letteratura internazionale "Se potessi mangiare un racconto " che venerdì 1 aprile 2011 dalle ore 20.30 nel laboratorio Biosteria Volpi di Via Valeriano 3f presenta le ricette afrodisiache: MANGIAMI romanzo piccante in una sola cena.

Nel menù:
- Bloody Mary con l'insalatina di sedano di Dona Flor (Amado)
- La zuppa di carote di Afrodita (Allende)
- Mole di pollo alla maniera di Tita (Esquivel)
oppure Dhal di fagioli verdi e cocco con riso selvaggio di Tilo (Divakharuni)
e Sorpresa al cioccolato per finire al costo di 18 euro che contempla anche un bicchiere di vino, ma la prenotazione è obbligatoria (338.1799050)

Domenica 3 aprile si rinnova invece l'appuntamento con i sapori del mondo della Locanda Makì, dedicato alla cucina ivoriana. Dopo il laboratorio di carcadè (12.00) arriva il pranzo (13.00) a base di:

-Foutou sauce graine: crema di platano e fecola di patate con pollo in olio di palma rosso
oppure Foutou sauce claire: crema di platano e fecola di patate con salsa di melanzane e cipolle dolci
-Macedoine exotique: ananas, banana, mango in succo di arancia
-Carcadè, Acqua e vino a volontà, tutto a 10 euro, basta prenotare entro il 1 aprile (info@laboratorio53.it).

  • shares
  • Mail