Marino: camion bar e caldarrostai a rischio di correttivo delle tasse?

Il Sindaco Marino parla di rivedere le tasse di caldarrostai e camion bar.

Impero camion bar Roma

Gli spifferi che arrivano dai palazzi del potere capitolino non somigliano alla brezza di primavera, forse anche perché suonano più come letargie che risvegli, mentre ci lasciano in mutande ben prima del cambio di stagione.

L'ultimo sfogo varato dal sindaco di Roma Ignazio Marino, che paventa di 'rivedere' le tasse delle lobby romane, suona poi come una fragorosa presa in giro, dopo che le hanno 'guardate e mai toccate' in parecchi.

"Noi non vogliamo mettere nuove tasse, ma vi sembra normale che chi vende le caldarroste a Roma paghi come tassa di occupazione di suolo pubblico 3 euro al giorno quando un sacchetto di caldarroste costa 4 euro?
Vi sembra normale che un camion bar che guadagna 2-3mila euro al giorno paghi 3 euro al giorno di occupazione di suolo pubblico?
Io penso che qualche correttivo vada inserito e certamente lo vogliamo inserire".

Lui pensa di inserire qualche correttivo alle storiche e inespugnabili lobby romane, che hanno trasformato il commercio itinerante degli ambulanti in stanziale, accaparrandosi le location strategiche migliori con vista su piazze, monumenti e flussi di turisti dissetati da acqua che costa come nel deserto, o castagne che potrebbero essere quotate in borsa.

Parla di ri-toccare le tasse dell'impero dei camion bar, non solo lungo la via dell'impero, tanto tranquilli da non temere le battaglie di delegati del sindaco, i tentativi di denuncia di blog e programmi televisivi, protagonisti di cartoline romane e progetti ironici, arrivati in tutto il mondo con il reportage #camionbartravel di Dorly.

caldarrostai di Roma

Il sindaco Marino estende la cosa alla tradizione e il monopolio dei caldarrostai, simbolo di tutti i commerci ambulanti e del mercato oscuro (in nero) che domina gli angoli e le piazze più in vista di Roma, in tutte le stagioni, anche dove vincoli e ordinanze non sono utili neanche a scoraggiarlo, a partire da quello famoso piazzato a piazza di Spagna, angolo via Condotti (nella foto).

A questo punto dobbiamo solo sperare che i correttivi di cui parla il Sindaco Marino non riguardino un ulteriore ribasso delle tasse di questi signori.

Via | ANSA

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: