Gita fuori porta: ad Amatrice per il Palio degli asini-sindaci


Questo weekend la nostra voglia di vacanza ci porta ad Amatrice per una singolare manifestazione di orgoglio locale e solido spirito campanilistico: il Palio degli asini-sindaci che da 9 anni a questa parte coinvolge il paese natale di quel capolavoro gastronomico che sono i bucatini all’amatriciana e i suoi vicini amici e nemici.

Domenica, dunque, tutto avrà inizio con un coloratissimo corteo di 500 figuranti in costume che sfilerà per le vie della cittadina, fino a giungere al Somarodromo dove si svolgerà la gara vera e propria: i sindaci dei paesi (unica presenza della provincia di Roma quest’anno è Montereotondo) con una cravatta con il nome del proprio paese, si sfideranno in un giro e mezzo di corsa a briglia sciolta a cavallo di asini.

Prima dello start, però, gli animali saranno benedetti nel benemerito Istituto Padre Giovanni Minozzo, ci sarà la tradizionale elezione della Dama del Palio e l’esibizione della Fanfara a cavallo della polizia di Stato. Seguirà, invece, la premiazione con il temuto campanaccio che toccherà all’ultimo classificato.

E dal momento che tutti i Santi finiscono in gloria, a una certa ora tutti a tavola a gustare bruschette e polenta preparate dalle pro loco di Casaprota e di Castel di Tora, ma a pranzo vi aspettano anche due special guest: il prosciutto Ipg di Amatrice e il gorgonzola.

Ad Amatrice, l’antica Ma-trù, passava la Via del Sale (la Salaria di oggi) intorno alla quale si riunivano le comunità dei vari paesi che grazie a questo commercio vivevano, giurandosi eterna fedeltà.

Oggi, alla partenza del Palio, viene ancora pronunciato lo Ius Iurandi, con questa formula: “Sfidanti e scudieri della Via del Sale, siamo riuniti in Solemnia Sacra nell’antica Ma-Trù, centro della storica strada preromana che univa l’Urbe da Porta Collina a Castrum Truentum nel Piceno, per osservare il giuramento che onora lo spirito di fratellanza e rispetto che unisce le nostre tradizioni. Popolo della Via del Sale, l’onore è in ballo…acclamate con la vostra voce i Vostri eroi, sciogliete le briglie ai Somari e che sia dato inizio al Palio!”.

  • shares
  • Mail