Il bar del Fico risponde alle accuse e alle voci sulla sua chiusura


Dopo il nostro articolo del 5 marzo sulla forzata chiusura del Bar del Fico, messo sotto sequestro dalla Questura di Roma, arriva una piccata risposta dei proprietari, per voce di una agenzia di comunicazione.

Innanzi tutto specificano che il provvedimento di sequestro è stato emesso per un disguido nella richiesta di autorizzazione all’attività danzante. E contestano fortemente gli elementi di pesante quanto immotivato discredito per la società gestrice del locale. La proprietà ci chiede di smentire ufficialmente le voci in quanto false e dannose per l'onorabilità del sito.

Tali famose voci, da tempo vengono, a loro dire, artatamente diffuse con il solo fine di ledere l’attività commerciale. Inoltre per quel che riguarda "le intraprendenti giornaliste" (per la verità non avevamo usato il femminile...) segnalano una replica proprio su Libero.

Pur comprendendo il livore e il diritto di difendere il proprio esercizio da qualunque ipotesi non fondata, ci sembra corretto (oltre a pubblicare le proteste) far notare che lo stesso giorno era stato aggiornato il post sulle più credibili motivazioni della chiusura.

Non diverse da quelle del Corriere della Sera, che ha poi aggiunto altri dettagli sulla vicenda, parlando con Nathalie Naim dei Verdi, consigliere del Municipio centro storico, di "lavori eseguiti anche in altre attività, adiacenti al bar. C' è la questione delle licenze. I vigili hanno riscontrato più di un' irregolarità. Ma i tecnici comunali hanno le idee poco chiare".

Non solo, oltre ad aver sottolineato che le voci, erano appunto solo chiacchiere (quelle dei residenti o di altri commercianti ai quali abbiamo chiesto informazioni, e come tali non facciamo fatica a smentirle), rigettiamo con assoluta certezza accuse di evidente intento denigratorio. Figuriamoci!

Proprio noi, fra i primi a celebrare il ritorno e la riapertura del bar, da molti altri aspramente criticato. Siamo invece, lo ripetiamo, in attesa di capire cosa succeda e di come si risolverà la questione, ma se proprio la volete tutta, speriamo che il bar riprenda presto il suo servizio nel rispetto di tutti per un aperitivo serale che a Roma è leggenda.

  • shares
  • Mail