Lorenzo Lotto: singolare, emotivo e misterioso alle Scuderie del Quirinale di Roma

Lorenzo Lotto alle Scuderie del Quirinale

Per Tassi (1793) le “opere sue tanto piaccion ancora a chi non ha di pittura alcun intendimento”, per Bernard Berenson (1894) è “il primo pittore italiano a essere sensibile ai mutevoli stati dell’animo umano”, che ha “portato alla luce la vita interiore sul volto”, insomma un pittore con una visione ‘personale’ in un epoca che stava soccombendo al conformismo e alla rigidità del cattolicesimo.

Troppo irrequieto e moderno per la Roma dei Papi, che gli preferirono Raffaello e Tiziano, Lorenzo Lotto rimane del resto un artista singolare tutto da ri-scoprire, e la sua pittura emotiva, nelle cromie, e nella composizione della scena totalmente incurante della simmetria e in balia del movimento, è la protagonista di una nuova e avvincente grande esposizione, che si pone l’ambizioso obiettivo di compiere un viaggio, in realtà più di uno, nella pregevole e spesso incompresa produzione di questo artista "Solo, senza fedel governo e molto inquieto nella mente".

Con la solita ironia che contraddistingue i grandi incompresi, è comunque una Madonna ad aprire il percorso della mostra dedicata al grande artista del Cinquecento alle Scuderie del Quirinale, l'unica Madonna completamente velata della storia dell'arte, inquietante e suggestiva alle spalle della Maddalena che sorregge il corpo del Cristo deposto dalla croce nella scena del "Compianto sul Cristo morto", nella cimasa del Polittico di San Domenico, protagonista del progetto di restauro in diretta sostenuto da Enel.

Lorenzo Lotto alle Scuderie del Quirinale

La mostra visitabile da oggi al 12 giugno, con già 25 mila prenotazioni, trasforma le Scuderie del Quirinale in mistiche cappelle dove poter contemplare il continuo gioco di sguardi e di gesti, tra madonne sorprese, bambinelli irrequieti, angeli pensierosi e gattini terrorizzati dagli angeli, mentre la parte superiore della pala che gli valse la chiamata di Giulio II a Roma per il cantiere dei Palazzi Vaticani, sarà restaurata in diretta.


La mostra sarà anche un viaggio tra sacro e profano, tra opere come l‘Annunciazione di Recanati e la Lussuria della collezione Pallavicini, la Madonna del Rosario di Cingoli e La Castità mette in fuga Cupido … approfondito dal ciclo di incontri di approfondimento de I mercoledì di Lorenzo Lotto nella Sala Cinema del Palazzo delle Esposizioni, dai laboratori per le scuole e le famiglie, e dagli appuntamenti Spot! all’ora dell’aperitivo per la lettura guidata di un’opera d’arte che partiranno l’11 marzo 2011, e ovviamente dal catalogo Lorenzo Lotto a cura di di Giovanni Carlo Federico Villa edito dalla Silvana Editoriale.


A rendere l’esposizione ancora più intrigante sarà il progetto itinerante Terre di Lotto, che dopo le Scuderie del Quirinale di Roma porterà il genio misterioso e incompreso di Lorenzo Lotto, lungo percorsi culturali e turistici di quello stesso territorio in cui l’artista ha vissuto e dipinto, tra Marche, Lombardia e Veneto.

Se vi interessa un piccolo sconto sul biglietto d'ingresso, potreste anche approfittare del coupon sconto del valore di € 2.50, offerto dalle librerie del circuito indipendente Arion, peraltro ben fornite di volumi antichi, prime edizioni, memorabilia e raccolte musicali strettamente collegati all'esposizione.

Nella Gallery:

Lorenzo Lotto, Ritratto di Andrea Odoni, 1527, Hampton Court, Collezioni reali;
Recanati, Pinacoteca civica Polittico di Recanati, 1508;
Asolo, Duomo La Vergine assunta tra i santi Antonio abate e Ludovico da Tolosa, 1506;
Bergamo, chiesa di San Bernardino in Pignolo Madonna in trono con il Bambino e i santi Giuseppe, Bernardino da Siena, Giovanni battista e Antonio abate e angeli (Pala di San Bernardino)1521;
Bergamo, chiesa di Sant’Alessandro della Croce Trinita?, 1523-1524 circa;
Brescia, Musei Civici d’Arte e Storia Adorazione dei pastori, 1534 circa;
Lorenzo Lotto, Nozze mistiche si Santa Caterina con il donatore Niccolo? Bonghi, Bergamo - Accademia di Carrara - Accademia Carrara - GAMeC, Bergamo;
Lorenzo Lotto, Ritratto del vescovo Bernardo de? Rossi, 1505 Napoli, Museo di Capodimonte©Photoservice Electa-Anelli , su concessione del Ministero per i beni e le Attivita? Culturali, Milano;
Lorenzo Lotto, Ritratto di Lucina Brembati, 1518 circa Bergamo, Accademia di Carrara-Accademia Carrara-GAMeC, Bergamo;
Lorenzo Lotto, Triplice ritratto di orefice, 1530 circa Vienna, Kunsthistorisches Museum, Gema?ldegalerie-Foto Austrian Archives-Scala, Firenze;
Ponteranica, chiesa dei Santi Vincenzo e Alessandro Polittico, 1525;
Recanati, Pinacoteca civica Annunciazione_1534-1535;
Treviso, Pinacoteca Civica Dispensiere domenicano, 1526.

  • shares
  • Mail