Roma ecosostenibile: il progetto "Smart Grid" all'Eur per la distribuzione dell'energia elettrica

EUR verde

L'impegno (lodevole ma che richiede una gran costanza e un'attenta gestione dei fondi) è quello di rendere la Capitale una città sempre più rispettosa dei parametri della sostenibilità ambientale. Il progetto in questione si chiama "Smart Grid", fa parte del Masterplan elaborato da Jeremy Rifikin e interesserà - almeno inizialmente - il quartiere Eur.

L'obiettivo è il risparmio energetico e il ricorso alle energie alternative attraverso una vera e propria 'rete' termoelettrica che sfrutti i cunicoli già presenti nel sottosuolo della zona. Finanziamento previsto per il progetto 'pilota' di ben 24 milioni di euro che - se verrà approvato - sarà attuato in tre anni.

Due le fasi principali. La prima che prevede la realizzazione di una 'centrale' di distribuzione sotto il parcheggio privato di Eur SpA in piazzale Adenauer, con la costruzione di un anello che porti l'energia a INPS, BNL, Unicredit, ENPam e Palazzo Italia. La seconda, per i privati, che prevede un'altra 'centrale' in corrispondenza della Nuvola di Fuksas per il Nuovo Centro Congressi e l'albergo, il Complesso Alfiere, il Ministero dello Sviluppo Economico, la Centrale Arte, la Capitaneria di Porto Europea, l'INAIL e Intesa S.Paolo. Una fase ulteriore riguarderà la conversione della centrale esistente presso lo stabile delle Poste in viale Europa.

Collaborazione piena da parte di Acea che promuove anche altri interventi, presentati all'interno del piano per Roma Capitale: nove isole energetiche all’Università di Roma La Sapienza, illuminazione pubblica a emissioni zero attraverso il fotovoltaico e i led e la cogenerazione degli impianti sportivi di Tor di Quinto.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: