Primo maggio 2011: 5 milioni di euro per la Beatificazione e Morricone sul palco per i 150 anni dell'Unità d'Italia

Concertone primo maggio roma

Chi può, sta già programmando una fuga. Chi invece è costretto a rimanere in città, si immagina barricato in casa, con generi di sussistenza. Stiamo - ovviamente - scherzando, ma neanche poi troppo. Il prossimo primo maggio metterà a dura prova la pazienza degli abitanti di Roma. Il perché ormai lo sapete: Concertone e Festa dei Lavoratori in piazza San Giovanni, in contemporanea alle celebrazioni per la Beatificazione di Giovanni Paolo Secondo.

Con l'avvicinarsi della data, emergono sempre maggiori dettagli e, va da sé, contraddizioni. Innanzi tutto sappiamo che sul palco del concerto verranno festeggiati i 150 anni dell'Unità d'Italia con il premio oscar Ennio Morricone che dirigerà il brano “Elegia per l’Italia”, scritto appositamente per l'evento. Sul palco, anche i 72 elementi della Roma Sinfonietta Orchestra e un coro di 60 voci, diretta dal giovanissimo Francesco Lanzillotta.

Informazioni meno entusiasmanti arrivano invece quando si tocca la questione economica. Per la Beatificazione, il Comune di Roma pare spenderà circa 5 milioni di euro, per sopperire ai costi della pulizia, a quelli relativi agli straordinari degli agenti della polizia municipale, dei conducenti di autobus e metro e del mancato introito dato dai biglietti dei mezzi pubblici a cui sarà possibile accedere gratuitamente in alcune fasce orarie. Il resto delle spese (impianti e strutture montate per l'occasione) saranno invece a carico del Vicariato e dell'Opera Romana Pellegrinaggi.

Ancora cifre: fondamentale chiedersi quanti saranno i visitatori, visto che lo sforzo organizzativo dovrà essere all'altezza della situazione. Vertice del Campidoglio previsto per il 7 marzo. Cutrufo e giunta prevedono due milioni di pellegrini, il Vaticano minimizza (meno di un milione). Eppure c'è una variabile non di poco conto: il 3 maggio in Polonia - patria di Karol Wojtila - è giorno di festa. Questo significa che chi potrà affrontare il viaggio, non dovrà preoccuparsi di rientrare a breve termine.

Già critici albergatori e agenzie di viaggio. Andrea Costanzo, presidente della Fiavet Lazio, insiste sulla data di annuncio (tardi confermare il 15 gennaio) e sui dubbi organizzativi:

Abbiamo viaggi di gruppo che organizziamo con mesi, o addirittura anni di anticipo. E ad oggi ancora non sappiamo qual è il piano per la viabilità cittadina. Abbiamo bisogno di sapere se le prenotazioni di musei e ristoranti che abbiamo fatto pensando ad un certo itinerario in pullman sono ancora valide.

Tutti entrati nel panico? E chi pensa al pubblico del Concertone? Come dialogheranno tutte queste realtà? Sicuri che chi assisterà alla Beatificazione non vorrà magari tentare di arrivare lo stesso in piazza San Giovanni? Si preannunciano due mesi decisamente 'caldi'.

Il programma delle celebrazioni per la Beatificazione

Sabato 30 Aprile
Dalle 20:00-22:30 a Circo Massimo una veglia di preghiera sarà guidata dal Cardinale Agostino Vallini, vicario per la diocesi di Roma, mentre Papa Benedetto XVI parteciperà con un collegamento video.

Domenica 1 maggio
La cerimonia di beatificazione, guidata da Papa Benedetto XVI, avrà inizio alle ore 10 in Piazza San Pietro. I biglietti saranno necessari per la cerimonia e l'accesso alle zone circostanti la piazza sarà regolato dalla polizia. I fedeli possono venerare le spoglie di Papa Giovanni Paolo II subito dopo la cerimonia stessa. I resti del Beato Giovanni Paolo II sarà esposta alla venerazione nella basilica di San Pietro, davanti all'altare della Confessione.

Lunedi, 2 maggio
Alle 22:30 una Messa di ringraziamento in Piazza San Pietro sarà presieduta dal Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato Vaticano.
Infine, le spoglie del Beato Giovanni Paolo II saranno nuovamente seppellite nella basilica Vaticana, nella cappella di San Sebastiano. Questa cerimonia si svolgerà privatamente.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: