Stati Generali, cosa ne pensano i romani?


Con il clima che si respira in questi giorni, per le notizie che giungono dal mondo in subbuglio, parlare di “Stati Generali” non sembra una scelta indovinatissima. Tuttavia a Roma si stanno svolgendo proprio in queste ore al Palazzo dei Congressi dell'Eur.

L'iniziativa della 'nuova' giunta Alemanno, per un futuro economico e sociale della capitale, è un vespaio di polemiche. Il sindaco dichiara come sia "la prima volta che Roma si dota di un piano strategico di sviluppo che è fondamentale soprattutto per accedere alle risorse europee. In passato questi fondi non venivano utilizzati per colpa delle precedenti amministrazioni regionali di centrosinistra ed erano pari a zero".

I minisindaci di molti municipi rispondono protestando perché si ritengono tagliati fuori dal confronto e chiedono di avere un ruolo più importante nella discussione. E lo fanno sapere a gran voce.

"Alla luce degli aumenti delle tariffe e dei tagli nei portafogli dei cittadini di cui Alemanno non parlerà, gli Stati Generali di domani saranno uno schiaffo ai romani, un’iniziativa di autocelebrazione se non proprio di avanspettacolo". Queste le parole del capogruppo capitolino del Pd Umberto Marroni.

Ma i cittadini cosa pensano? Oltre alle solite polemiche politiche, cosa vorreste far sapere al nostro sindaco? Cosa sperate per la nostra città? Gli Stati Generali cosa ci consegneranno?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: