Vinicio Capossela in Tour a Roma con “Marinai, profeti e balene”, Omero, il mare e il fato

Vinicio Capossela_Marinai, profeti e balene

Con lo stridio dei gabbiani nelle orecchie e gli spettri degli abissi nel cuore, la voce del Castello Aragonese di Ischia e le note di un pianoforte Seiler degli anni Trenta a ottanta metri sul livello del mare, è nato il nuovo viaggio di Vinicio Capossela, e le registrazioni del doppio album di inediti “Marinai, profeti e balene” (La Cupa/Warner).

Un album sul destino .. che prende dalla letteratura le voci di marinai, di profeti e di balene, e dal mare i fiati e le atmosfere, spingendosi con una barchetta e una compagnia 'picciòla' fino a Creta, sotto il monte Ida, “fino all’ecotrofio dei lamenti di Psarantonis, lo Zeus con la lira".

Dopo La Faccia della Terra e il viaggio on the road, fisico e interiore, dall’inverno milanese al deserto americano, Vinicio ci regala un’opera sul fato, sul viaggio e il mare, come metafora e scenografia del destino umano, da Omero a Dante, da Melville a Conrad, dalle Sirene a Moby Dick, da Ischia alle coste di Creta.

A tre anni dal precedente “Da solo”, dovremo aspettare “Marinai, profeti e balene” ancora un po’, fino al 26 aprile, ma veleggerà subito in tournée, facendo tappa all'Auditorium Conciliazione di Roma il 27 maggio, in estate nei luoghi di mare e del mito (che qualcuno già brama), e di nuovo a Roma il 20 ottobre 2011, ma i biglietti sono già disponibili sul circuito Seatwave, TicketOne, e GreenTicket.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: