La settimana dei Municipi. Priorità: riqualificare

Parola d'ordine: riqualificare. E' una delle emergenze prioritarie da sempre dei Municipi della Capitale, di cui vi diamo conto. E in tempi magri, c'è anche chi cerca (piccoli) sponsor privati.

“Da oggi cittadini, associazioni, comitati e tutte le realtà private e le aziende interessate che lo vorranno e avranno i requisiti per farlo, potranno impegnarsi nella gestione e riqualificazione degli spazi verdi della città oggi in stato di degrado e abbandono”: questa l'iniziativa lanciata a chiare lettere dal Municipio I in un avviso pubblico.

La novità è che gli sponsor potranno non essere grandi marchi e aziende – come già accaduto per alcuni monumenti storici della Capitale, ma anche “singoli, associazioni, cooperative sociali, comitati di quartiere, condomini, imprese pubbliche e private, organi di diritto privato, pubblico o di rilevanza pubblica”.

“Saranno i partecipanti all’avviso a proporre quali alberi o giardini avere “in adozione” – spiega Anna Vincenzoni, assessore all’Ambiente del Municipio I – spazi che resteranno fruibili da tutti perché il senso dell’iniziativa è proprio quello di riqualificare il verde per metterlo a disposizione della collettività”.

colosseo

Una bella iniziativa, visto che da sempre, come vi segnaliamo, una delle emergenze prioritarie dei quartieri di Roma è proprio la loro riqualificazione. E così ad esempio questa settimana,dal 24 al 28 febbraio, c'è stata anche l'iniziativa del “Decoro partecipato” in quattro aree della città Trastevere e il Tridente, San Lorenzo e (oggi) Cinecittà est.

Azioni concrete: defissione di manifesti non autorizzati, cancellazione di scritte, interventi contro l’abusivismo commerciale, controllo di impianti di illuminazione alla rimozione di carcasse di motocicli abbandonati.

Oggi invece a Cinecittà est si procederà anche alla rimozione di alcune discariche abusive segnalate dai cittadini del quartiere, e verrà posta in atto la messa in sicurezza di aree nelle quali sorgono alcuni insediamenti abusivi.

La riqualificazione passa anche da un inquinamento invisibile, quello acustico: questa settimana infatti il Municipio VII ha approvato all’unanimità una risoluzione di rigetto del cosiddetto “Piano del contenimento e dell’abbattimento del rumore” dell’aeroporto G. Pastine di Ciampino elaborato da Aeroporti di Roma S.p.A. (A.d.R.).

“In particolare, sono state ritenute insufficienti e senza indicazioni specifiche su modalità, priorità e costi, gli interventi di mitigazione di isolamento acustico sugli edifici maggiormente esposti al rumore, nonché giudicato inefficace, in luogo della diminuzione dei sorvoli, lo spostamento delle rotte su aree limitrofe perché avrebbe l’effetto di aumentare la platea dei cittadini colpiti dall’inquinamento”, informa la risoluzione.

Ripartiti anche i lavori per i casali di Collina della Pace, nel quartiere Finocchio. A dare l’annuncio è l’Assessore allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana Paolo Masini, mentre sono partiti lunedì e dureranno per 8 settimane, i lavori di ultimazione delle opere di urbanizzazione primaria previsti dal Piano di Zona B38 “Muratella” (Municipio XI).

In questo caso, è prevista “la sistemazione del manto stradale e delle aree verdi (percorsi pedonali e aree giochi, oltre al ripristino dei danni causati dalle piogge di fine Gennaio) la verifica degli inbocchi in fogna (e la relativa separazione delle “acque”) e l’allargamento e sistemazione dell’area cani esistente”, come informa Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI ed esponente della Lista Civica Marino Sindaco.

Via | Abitare a Roma

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail