Slot Machine e Videopoker: dopo le proteste sono ancora nei locali della Metro B

Video poker Metro B

I videopoker nelle stazioni metro devono cessare e mi risulta che già siano stati rimossi. Per legge, non possono essere esposti in luoghi di passaggio. Anche per questo non abbiamo fatto un ordinanza. La legge già c’è e parla chiaro.

La dichiarazione del sindaco Alemanno risale allo scorso novembre, in occasione dell'ennesimo capitolo dell'infinito "Piano sicurezza" per la Capitale. Altrettanto indignata l'Atac: "Mai siglati contratti di locazione con riferimento all'installazione di macchine per il gioco d'azzardo", aveva dichiarato un portavoce. Le buone intenzioni c'erano: "La priorità è che le stazioni metro a Roma non devono essere dei luoghi franchi, bensì luoghi sicuri per i cittadini", aveva aggiunto il primo cittadino, peccato scoprire che, almeno sul versante 'macchine per il gioco d'azzardo', la legalità è ancora un miraggio.

Lo denuncia Paolo Masini, consigliere del Pd di Roma Capitale che segnala come slot machine e videopoker sono ricomparse nelle stazioni metro di Magliana, Tiburtina e Ostiense. Parla di 'moralismo a intermittenza', l'onorevole Masini: da un lato campagne contro bullismo e serie televisive che incitano alla violenza (il riferimento è a "Romanzo Criminale"), dall'altro occhi chiusi su fenomeni che di moralità ne hanno ben poca. L'Atac da parte sua invece rassicura: "Le slot sono solo in aree consentite". Quanto tempo sarà necessario attendere 'stavolta per veder sparire definitivamente i videopoker dai locali della Metro B? Aspetteremo il prossimo "Piano sicurezza"?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: