Roma ricorda Alberto Sordi con una risata a 11 anni dalla morte

Roma ricorda il suo Albertone con un murales colorato dal sorriso contagioso, tra la Polvere di Stelle che arriva dal Festival di Sanremo e i ricordi dei fan.

24 febbraio 2003 – 24 febbraio 2014. A undici anni dalla scomparsa di Alberto Sordi, Roma lo ricorda anche con un murales, realizzato sulla facciata di una scuola, all’incrocio fra via Francesco Sivori e via della Meloria, nel quartiere Prati, a due passi dalla Stazione della Metro A di Cipro.

Un omaggio al suo sorriso contagioso, e tutte le risate che continua a regalare a generazioni di fan che vivono anche 'for de porta', e mentre continua la lotta per la sua eredità, il ricordo della Polvere di Stelle seminata sulla settima arte con Monica Vitti, priva (invano) ad estendersi al Festival di Sanremo con i 'numeri di Laetitia Casta e Fabio Fazio'.

A 11 anni dalla morte di Albertone, si concludono anche le indagini sulla presunta circonvenzione di incapace della sorella novantenne Aurelia Sordi, mentre continua la lotta per l'eredità, e in nove rischiano il processo, con l'arrivo dell'avviso di fine indagini.

I 3 iniziali indagati, ovvero il factotum Arturo Artadi, l'avvocato Francesca Piccolella ed il notaio Gabriele Sciumbata, accusati di circonvenzione di incapace, e altri 6 dipendenti della donna, accusati di ricettazione, destinatari di donazioni per circa due milioni e mezzo, il 15-20% del patrimonio di Aurelia.

Roma murales Alberto sordi

  • shares
  • Mail