Le strisce pedonali invisibili


Le strisce pedonali "fantasma", che scompaiono col tempo, sono uno dei tanti orrori di mala manutenzione che affligge la nostra città. Lo abbiamo detto più volte.

In questo caso però analizziamo un altro fenomeno para-pedon-ormale. Le zebre invisibili. Quelle che, nonostante un costante passaggio di pedoni testoni, proprio non ci sono, ma ci dovrebbero essere.

In foto vedete un esempio tipico. Incrocio chiave tra via del Tritone, via del Traforo, via Due Macelli e via Crispi. Praticamente una piccola Shibuya romana. Ebbene, probabilmente per tutelare la svolta a destra e il traffico proveniente dal traforo, qualcuno ha deciso che lì, i pedoni non debbano attraversare (notate che manca l'adeguata luce semaforica, ci sarebbero anche i sottopassaggi).

Tuttavia i pedoni proseguono a guadare il Tritone in quel punto, sfruttando il rosso principale per chi risale da Largo Chigi. Forse tale ostinazione andrebbe compresa. Il passaggio è un epicentro per zone diverse che vanno in direzione quasi stellare dall'incrocio. I pedoni osano certi attraversamenti, perché le alternative sono stupide, o non ci sono.


  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: