Alemanno vara le nuove regole contro i cartelloni pubblicitari abusivi


Un vero e proprio piano regolatore degli impianti pubblicitari per smascherare immediatamente quelli abusivi e per regolamentare una materia che da anni suscita polemiche e scontri. Come? Attraverso la banca dati degli impianti e dividendo la città in 3 quadranti: il primo da 82.000 ettari di territorio non urbanizzato dove non sarà possibile l'installazione, il secondo di 47.000 ettari (urbanizzato) dove sarà invece permesso innalzare impianti 3x2 o 4x3 ed il terzo che comprende il Centro dove saranno consentiti solo impianti di pubblica utilità.

A presentare le nuove regole con le quali, sperano in Campidoglio, si riuscirà a far dimenticare quel fenomeno chiamato "Cartellone Selvaggio" che da tempo molti blogger romani hanno messo nel mirino, come il blog "Cartellopoli" scandalosamente chiuso da poco da un tribunale, sono stati ieri il sindaco Gianni Alemanno ed il suo assessore al Commercio, Davide Bordoni.

Il Prg degli impianti pubblicitari, ha detto proprio il primo cittadino, "è un passaggio importante per la città perchè chiarisce ciò che è consentito da ciò che è abusivo. Il prossimo passo per sconfiggere il mostro dell'abusivismo abbiamo è colpire la testa della piovra e non limitarci a tagliare i tentacoli, ovvero rimuovere gli impianti abusivi. Per questo, a settimane, attendiamo i risultati dlelle indagini della Guardia di Finanza per risalire alle ditte che realizzano i cartelloni". Ma le nuove norme saranno efficaci? E' intorno a questa domanda che ruotano i mille dubbi dei cittadini. In attesa, infatti, che la Guardia di Finanza proceda a fermare alcune delle ditte illegali che gestiscono questo racket sul territorio, a vigilare sarà un numero di persone limitato.

La Polizia municipale ha a disposizione i 20 membri dell'unità Gssu e 4 agenti per ciascun gruppo di vigili (uno per ogni municipio)... Insomma, la guerra del Comune contro Cartellone Selvaggio, in grande ritardo rispetto a quella dichiarata dai cittadini, è ufficialmente partita. Vedremo come finirà...

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: