Sciopero a Roma: stop Trasporto Pubblico Locale mercoledì 26 gennaio 2011

Bus_Roma_deposito

Tra rinvii e conferme, il calendario degli scioperi capitolini segna un’altra tacca al trasporto pubblico, e l’ennesima mazzata alla mobilità romana, ingolfata in tutte le stagioni, e letteralmente paralizzata quando freddo, piogge e raffreddori fanno tirare fuori la macchina anche ai virtuosi.

Con la solita ironia che non fa ridere nessuno, al momento risulta revocato lo sciopero dei mezzi Atac programmato dal Coordinamento Macchinisti Metro Roma per l’intera giornata di venerdì 21 gennaio e mercoledì 26 gennaio dalle 08.30 alle 16.30, ma aspettate per i rallegramenti, perché il 26 gennaio sarà comunque un incubo ad alto tasso di traffico e smog.

Infatti, ad essere confermato è lo sciopero nazionale generale di autoferrotranviari e metroferroviari indetto da Unione sindacale di base (USB), che il 26 gennaio fermerà il Trasporto Pubblico Locale per 24 ore, ovvero dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio, nel rispetto delle fasce di garanzia.

L’astensione dal lavoro coinvolgerà bus, tram, metro e ferrovie Roma Lido, Termini Giardinetti e CivitaCastellana Viterbo, gestiti da Atac e Roma Tpl, compresi addetti alla verifica dei titoli di viaggio, addetti ai parcheggi, ausiliari del traffico e personale delle biglietterie.

Inoltre dalle 11.30 alle 15.30, per quattro ore si unirà alla protesta anche il Sindacato unitario lavoratori comparto trasporti (SULCT) e Orsa Trasporti, con esclusione dei portieri, dei guardiani, degli addetti ai centralini telefonici, ai servizi di sicurezza.

In ogni caso, in previsione dello sciopero, e dell'esercito di auto che metterà in moto, l’Amministrazione comunale spegnerà le telecamere dei varchi Ztl nella Zona a traffico limitato “Centrale” (dalle 6,30 alle 18) e nella Zona a traffico limitato “Trastevere” (dalle 6,30 alle 10).

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: