Ecclestone affonda il Gp di Roma


Bernie Ecclestone, il patron della Formula 1, ha di fatto affondato questa mattina il Gp di Roma. E lo ha fatto attraverso una lettera privata indirizzata al sindaco di Roma, Gianni Alemanno, pubblicata oggi da La Repubblica.

La notizia rappresenta una sconfitta clamorosa per Alemanno e per quanti avrebbero voluto il Gp all'Eur. A motivare il cambio di atteggiamento di Ecclestone, che in passato si era detto favorevole al progetto ma che forse ha cambiato idea per le pressioni dei poteri forti che sostengono Monza e per il ritardo del Comune di Roma nel presentare il progetto, è stato l'impedimento rappresentato dal fatto che "nessuno in Formula 1 vuole due Gran Premi in un solo Paese. E l'Italia ha già Monza, gara che tutti, a tutti i livelli, considerano storica e intoccabile".

Da parte sua il sindaco ha commentato cercando di salvare la faccia: "non c'è da parte di Ecclestone alcuna bocciatura per Roma, ma la decisione di concedere all'Italia un solo Gran Premio: a Monza o a Roma, o a entrambe le città, ma a stagioni alterne - ha fatto sapere - Ora è necessaria una riflessione sul progetto del Gp a Roma. Abbiamo sempre ribadito, infatti, che se fosse stata posta un'alternativa tra Roma e Monza noi avremmo fatto un passo indietro". Dopo Parentopoli e l'azzeramento della Giunta comunale per il sindaco Alemanno i guai sembrano non finire più...

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: