Grandi Mostre a Roma: un 2011 pieno di riconferme e grandi attese

Per chi la vive tutti i giorni con le sue bellezze e contraddizioni, e per chi viaggia per chilometri e continenti solo per esplorarla, la Capitale continua ad offrire un calendario di grandi mostre pronte a traghettare chiunque in universi straordinari persi tra arte, storia e i frutti più saporiti dell’estro umano.

Mentre la Roma: Capitale d’Italia da 140 anni prodiga di iniziative ha in serbo il «Progetto Porta San Pancrazio» e la riapertura della Porta del Gianicolo come spazio museale, e qualche mostra la erediteremo del 2010, sono attese grandi rassegne ‘nuove nuove’, da Michelangelo Pistoletto a Tamara de Lempicka.

Adesso come nei prossimo mesi i riflettori saranno puntati sul Complesso del Vittoriano, che continuerà ad ospitare fino al prossimo 6 febbraio Vincent Van Gogh - Campagna senza tempo e città moderna, che a quanto pare ha già totalizzato un bel record di visitatori e una proroga di due settimane (fino al 20 febbraio), e dall'11 marzo la retrospettiva sulla pittrice cosmopolita e icona dell’Art déco Tamara de Lempicka. La regina del moderno.

Palazzo Venezia continuerà ad ospitare un mix di storia, arte e ingegno con I due imperi. L'aquila e il dragone fino al 6 febbraio, e Caravaggio. La Bottega del Genio fino al 29 maggio 2011, mentre la Galleria Borghese sarà ancora dedicata a Cranach. L’altro Rinascimento fino al 13 febbraio, prima di ospitare I Borghese e l'antico.

Le Scuderie del Quirinale, dopo 1861. I pittori del Risorgimento giunta agli sgoccioli, saranno impegnate con la monografica sul grande maestro del primo Cinquecento Lorenzo Lotto (dal 2 marzo al 12 giugno), e in autunno la mostra dedicata all'artista fiorentino allievo di Botticella Filippino Lippi (da ottobre a gennaio 2012),

Dopo I due Lottatori di Michelangelo e Il Musico di Leonardo da Vinci (fino al 27 Febbraio 2011) i Musei Capitolini ospiteranno Il volto dei potenti. Il ritratto romano tra Repubblica e Impero (da marzo a settembre) seconda tappa della rassegna «I giorni di Roma», inaugurato con L’età della conquista. Il fascino dell’arte greca a Roma.

E ancora Roma e l’antico – Realtà e visione nel ’700 alla Fondazione Roma Museo fino al 6 marzo, una mostra fotografica su Giorgio Forattini all'Aranciera di Villa Borghese del Museo Carlo Bilotti (maggio a giugno), mentre il Museo dell'Ara Pacis dopo il Il mondo sottosopra di Chagall (fino al 27 marzo), dedicherà un omaggio al design di Enzo Mari (settembre a novembre).

Al Palazzo delle Esposizioni, dopo le iniziative dedicate al Messico con i tesori e i misteri precolombiani della Città Degli Dei Teotihuacan (fino al 27 febbraio 2011) e le visioni artistiche di Carlos Amorales (fino al 27 febbraio), c’è grande attesa per «2011 Anno Italia Russia» e il focus di mostre incentrate sul realismo socialista Russo del Novecento, da Aleksandr Deineka. Il maestro sovietico della modernità (dal 9 febbraio al 1 maggio), a Impressionismo, Espressionismo, Avanguardia. 100 capolavori dallo Städel Museum di Francoforte (31 marzo-17 luglio), all'arte figurativa sovietica de «Il Realismo Socialista», fino alla retrospettiva sull’eclettico esponente dell'avanguardia russa Aleksandr Rodcenko (6 ottobre al 8 gennaio), ma anche per I colori del mondo. National Geographic Italia (5 febbraio al 1 maggio 2011) e il mezzo secolo di Made in Italy di «Unicità d'Italia 1961-2o1L Cinquant'anni di saper fare».

L’arte contemporanea continua ad invadere gli spazi del MACRO e quelli del Maxxi, che nella primavera ospiteranno oltre 100 lavori fra cui i celebri «Specchi», «Arte Povera» e «Stracci» di Michelangelo Pistoletto con From One to Many, 1956-1974 (4 marzo 2011 - 15 agosto 2011) in arrivo dal museo di Philadelphia Museum of Art (fino al16 gennaio 2011). E questo tanto per iniziare ..

  • shares
  • Mail