Il nuovo scandalo dell'Atac di Alemanno: il dirigente ex terrorista nero che insulta gli ebrei e gli studenti (e viene sospeso)

Un nuovo scandalo, dopo Parentopoli, agita la navigazione a vista dell'Atac targata Gianni Alemanno, già peraltro gravata da debiti di gestione imbarazzanti. La nuova grana viene da un dirigente fatto assumere negli ultimi due anni: lui si chiama Francesco Bianco, è un ex terrorista neo fascista (dei Nar) già noto alla magistratura per questioni legate ad omicidi degli anni 70 insieme ai fratelli Fioravanti. L'Atac lo ha appena sospeso per gli insulti antisemiti a Pacifici e per le minacce agli studenti anti-Gelmini scritti su Facebbok pochi giorni fa.

Forse qualcuno avrà già letto la triste vicenda. E' mercoledì 22 dicembre e sulla Tangenziale sfila il grande e pacifico corteo degli studenti anti-Gelmini. Il serpentone umano passa sotto la sede dell'Atac dalle parti della Prenestina. Dal Pc dell'ufficio Bianco li osserva e commenta sulla sua pagina del social network: contro di loro servono "colpi di mortaio" o "pece bollente". Poi passa agli insulti: "Annate a lavorà e se non ce riuscite fateve raccomandà". Un'amica gli risponde: "Me sembrano pacifici... lasciali passà". E lui: "giusto pacifici... praticamente giudei", dove sembra chiaro il riferimento al presidente della Comunità ebraica Riccardo Pacifici.

L'ultimo atto di questa storia nera, in tutti i sensi, è stato scritto ieri sera quando l'Atac ha sospeso Bianco. "Con riferimento alle notizie recentemente apparse sugli organi di stampa - fa sapere una nota dell'Atac - in merito all'improprio utilizzo dei sistemi informatici aziendali per lanciare messaggi dal contenuto inaccettabile, l'azienda informa che in data odierna, ad esito dei riscontri sin qui emersi, si è provveduto a sospendere, con effetto immediato, il dipendente Francesco Bianco, autore del comportamento non conforme, in via cautelativa ed in attesa delle risultanze degli ulteriori accertamenti in corso". E' questa la cultura dei dirigenti delle nostre aziende comunali?...

Durissimi, infine, i commenti del Pd di Roma, con il neo segretario Marco Miccoli. "Visto che il sindaco si era espresso a favore dei due ex terroristi assunti in Atac, vogliamo chiedergli cosa pensa dell'ennesimo episodio, che denota chiaramente le radici e l'ideologia antidemocratica insita negli ex terroristi di estrema destra, con l'aggravante che ora hanno anche un ruolo direttivo nell'azienda comunale".

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: