Lo sbarco degli alleati a 70 anni dall'Operazione Shingle: tra ricostruzioni, polemiche e Pink Floyd

70°anniversario dell'Operazione Shingle, lo sbarco degli Alleati sulle coste laziali, tra commemorazioni, ricostruzioni, dissapori, polemiche e festeggiamenti separati tra Anzio e Nettuno, con The Wall dei Pink Floyd a ricordare i 'muri'.

Operation Shingle, January 1944

L'essere umano difficilmente impara dall'esperienza e dalla storia, ma è incline alle commemorazioni, con ricostruzioni in costume e divisa, ad alto tasso di bandiere, corone e quell'orgoglio nazionale, del quale andare fieri anche quando crea solo fratture e polemiche, come è accaduto per il 70° anniversario dello sbarco dei 50mila soldati Alleati anglo-americani sulla costa laziale.

A settant'anni dall'Operazione Shingle, sbarcata con gli eserciti Alleati sulla costa del litorale pontino, e quei cinque mesi e mezzo di combattimenti sanguinari, costati la vita a 12mila uomini, oltre a 65mila feriti e svariate migliaia di prigionieri, per aprire una strada alle truppe per la liberazione di Roma dai tedeschi, (solo il 4 giugno), Anzio e Nettuno dopo 15 anni di commemorazioni congiunte, si sono concesse addirittura celebrazioni separate.

Sbarco Alleato - Operazione Shingle 1944- 2014

Il tutto alimentato dai dissapori delle due cittadine 'così vicine e così lontane …' da essere fuse in Nettunia dal regime fascista, protagoniste entrambe dello sbarco, nonostante il parere contrario del sindaco di Anzio, Luciano Bruschini, che grazie alla presenza del porto si è riservata il privilegio di dare il nome all'evento.

Sbarco Alleato - Operazione Shingle 1944- 2014

"lo sbarco è di Anzio e non di Nettuno, lo dicono gli americani stessi che al tema hanno dedicato addirittura due film. Poi è anche vero che alcune truppe americane sono sbarcate anche a Nettuno, ma dal punto di vista militare si chiama lo sbarco di Anzio, non di Anzio e Nettuno. Perché altrimenti dovrebbe chiamarsi lo sbarco di Anzio, Nettuno e Ardea, perché sono sbarcati anche ad Ardea".

Opinione confutata dal sindaco di Nettuno, Alessio Chiavetta, che opta per una revisione della storia, ma anche da testimoniante storiche, che attestano lo sbarco degli Alleati americani tra Nettuno e Torre Astura, per la precisione tra le dune e la spiaggia di quella X Ray Beach, nell'area usata oggi dal poligono di tiro militare, mentre quello degli inglesi del Battaglione Ranger sul litorale di Anzio, riportate anche da Carlo Mercuri su Il Messaggero:

“I giornali dell’epoca parlarono di un «cerchio di fuoco intorno a Nettuno» e di sbarco effettuato «ai due lati di Nettuno» e un testimone oculare dello sbarco, Harry Schindler, che all’epoca era militare nelle truppe britanniche e che è rimasto a vivere a Nettuno dopo esservi arrivato via mare, riferisce: «Ricordo bene quella notte. Lo sbarco ha preso il nome di Anzio ma in verità il punto in cui avvenne fu a Nettuno»”.

Sbarco Alleato - Operazione Shingle 1944- 2014

Un'assurdità anche per Diego Cancelli, presidente dell'Associazione «Shingle 1944», tra i promotori del museo dello Sbarco, aperto ad Anzio nel 1994, mentre a Nettuno il cimitero resta un corpo estraneo gestito direttamente dal governo Usa.

«Chi è arrivato prima e dove? Assurdo ridurre un evento militare di questa portata a una gara a cronometro, lo sbarco si svolse in piena notte in contemporanea lungo 20 km di costa».

Scaramucce territoriali che oggi sembrano più rilevanti dell'errore logistico che la storia attribuisce al generale americano J. P. Lucas, incapace di sfruttare l'effetto sorpresa dello sbarco, dando il tempo ai tedeschi di rivolgere il cannone, l’Anzio Annie, verso il porto di Anzio, con quello che costò in ordine di tempo e sangue sparso.

Di fatto, l'«Operazione Shingle» approdata sulle coste laziali il 22 gennaio 1944, e la svolta decisiva che diede in Italia alla Seconda Guerra Mondiale, è archiviata da un 70ennio, mentre la guerra 'fredda' (si fa per dire) tra Anzio e Nettuno sembra eterna.

Questo anche se alle commemorazioni non sono mancate le corone di fiori deposte ai piedi dei rispettivi monumenti ai caduti, in piazza Giuseppe Garibaldi, Anzio ha scoperto una stele con in nomi dei 136 cittadini di Anzio morti durante lo sbarco degli alleati e durante il secondo conflitto mondiale, mentre Roger Waters, è stato insignito della cittadinanza onoraria, in quanto figlio del sottotenente dell'esercito britannico Erich Fletcher Waters, caduto in battaglia in 18 febbraio del 1944.

Mr Pink Floyd accolto con tanto di proiezione del film "Pink Floyd The Wall", quel 'muro' familiare ad Anzio e Nettuno, con i bambini delle scuole elementari con le bandierine italiane, americane, inglesi, canadesi e tedesche (con il consueto spirito comunitario ce non vuol far torto a nessuno), e parecchi turisti americano a far felici i commercianti.

Sbarco Alleato - Operazione Shingle 1944- 2014

Le fotografie della gallery, ad eccezione della prima, scattata nel gennaio del 1944 al porto di Anzio, arrivano dalla ricostruzione messa in scena sulla spiaggia del litorale, in occasione del 70° anniversario dell'operazione Shingle, tra eserciti in trincea, soldati che giocano alla guerra (forse perché non ne hanno mai fatta una), crocerossine pin-up e soldati scozzesi che non hanno resistito al bagno di gennaio, nudi ovviamente.

Sbarco Alleato - Operazione Shingle 1944- 2014

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail