Cartellopoli.com sotto sequestro, i cartellonari fanno anche le vittime


E' incredibile in che razza di paese si viva. Gli squali si lamentano con i natanti che avvertono il resto della spiaggia che il mare è infestato. Questo è successo al blog Cartellopoli.com, chiuso e sotto sequestro dal Tribunale di Roma, perché, apprendiamo da Degrado Esquilino (che lo gestisce insieme ad altri)

un cartellonaro, essendosi visto danneggiato con alcuni impianti da sostituire, ha sporto denuncia ed ha fatto presente al Giudice, che secondo lui l’istigazione a delinquere proveniva dal blog Cartellopoli. Ritenuti i “gravi indizi”, il giudice ha disposto il sequesto preventivo…

Rendiamoci conto. E' un vero scandalo. Sapete bene quanto anche 06blog abbia seguito sul campo la questione manifesti selvaggi. Ebbene la mafia cartellonara è anche peggiore, perché perenne, dilagante, inamovibile. Quello che è successo lo dimostra.

E non esistono scuse grottesche su presunte "istigazioni a delinquere" per le parole e le prove dei blogger in questione. Perché sappiamo tutti che ci vuole coraggio ad affrontare una battaglia del genere, e la giustizia dovrebbe semmai garantire sicurezza ai volontari civili che difendono la città.

Se ci sono provocazioni o un linguaggio forte, aspro, è perché far sentire la voce in quell'ambiente è praticamente impossibile. Eppure Cartellopoli era ed è un realtà, e questo ennesimo sopruso sarà un altro punto di forza per la sua missione. 06 blog oltre alla solidarietà, prevede di organizzare una raccolta di firme al più presto, per chiedere l'immediato ripristino del blog.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO