La settimana dei Municipi: a ognuno il suo grattacapo


Problemi, problemi e ancora problemi. L’attività istituzionale dei Municipi in questa settimana pare non essere riuscita a badare ad altro, dedicando tutto il proprio impegno e le proprie energie alla ricerca di soluzioni. E vabbè: a volte è davvero uno sporco lavoro, che qualcuno deve pur fare.

Sempre sotto i riflettori quella che è diventata la periferia romana per eccellenza: Tor Bella Monaca (Municipio VIII): il sindaco Alemanno ha scritto una lettera che nei prossimi giorni arriverà a casa delle tremila famiglie che abitano il quartiere, nella strenua convinzione che un nuovo progetto nell’area non potrà funzionare senza il coinvolgimento della cittadinanza. La missiva è un invito a parlarne insieme: il 3 novembre a Tor Vergata.

Contemporaneamente il minisindaco di competenza, Massimiliano Lorenzotti, ha nominato Rita De Angelis suo delegato ai Rapporti con i cittadini di Tor Bella Monaca, proprio in vista della riqualificazione urbanistica e sociale. Fossi uno di loro non so se mi sentirei più sollevata o offesa da un simile provvedimento.

Il problema più urgente dei Municipi XV e XVI, invece, è quello dei nomadi: i due presidenti, infatti, invitano il primo cittadino e l’assessore comunale ai Servizi sociali a prendere parte all’assemblea pubblica per discutere sulla possibilità di realizzazione di un campo a Valle Galeria, un’area già fiaccata dalla presenza della raffineria, della discarica, dell’inceneritore dei rifiuti ospedalieri e del gassificatore.

Non voleva insediamenti abusivi neppure il Municipio XX, che con l’aiuto degli operatori dell’Ama è riuscito a smantellare quelli nell’area adiacente alla scuola americana Marymount, nei pressi di via di Villa Lanchi.

Il grattacapo del Municipio IV, evidentemente, sono gli anziani: tanto è vero che l’amministrazione ha firmato un’intesa con l’associazione ‘Concretamente’ per dare avvio a una sperimentazione di volontariato tecnologico. Gli anziani saranno dotati di bracciale biometrico, un dispositivo in grado di registrare i dati biometrici, apunto, della persona ed eventualmente di lanciare l’allarme ai familiari e al 118 in caso di situazioni di pericolo.

Un’altra bella gatta da pelare, da sempre, sono gli studenti. All’Eur, nel Municipio XII, ieri i genitori della scuola elementare in via dell’Elettronica hanno manifestato per lo spostamento di tre classi e la soppressione del servizio mensa, ottenendo un incontro con l’assessore di competenza, a cui hanno chiesto se nel quartiere, con tutto ciò che è stato fatto e non fatto, c’è ancora spazio per la scuola pubblica.

Sono allievi delle scuole medie, precisamente quelle del Municipio XIII, coloro ai quali si rivolgono i tre progetti delle Fiamme Gialle, gli atleti della Guardia di Finanza. Oltre a dare una mano all’organizzazione dei Giochi Sportivi Studenteschi, infatti, i finanzieri promuovono le iniziative ‘Il più veloce del litorale’ per l’atletica leggera; ‘Remare a scuola’ e ‘A scuola in canoa’ per condurre i giovani alla scoperta di questo splendido sport.

Problemi anche per gli studenti più grandi: sabato scorso il Pd del Municipio VI ha dato vita a una protesta contro l’immobilismo in cui si trova il piano di delocalizzazione e costituzione di un polo didattico e di ricerca dell’università La Sapienza nell’area dell’ex Snia Viscosa al Prenestino.

L’ultima categoria a manifestare, in questa caldissima settimana, è stata quella dei lavoratori del cinema, ieri in occasione dell’apertura del Festival del cinema di Roma. L’obiettivo era quello di dire no ai tagli previsti alla cultura e in particolare no alla trasformazione urbanistica degli Studios in via Tuscolana. Il tutto, infatti, si è svolto a Cinecittà, area di competenza del Municipio X.

Nel Municipio V la priorità sembra essere quella dei parcheggi di scambio: dopo l’inaugurazione di quello di Rebibbia, infatti, al via il nuovo bando per quello a Monti Tiburtini e per l’ampliamento di quello all’Anagnina. Inoltre, in programma anche il prolungamento della linea B della metropolitana da Rebibbia a Casal Monastero, l’allargamento della Tiburtina e lo snodo a Settecamini.

Infine, in centro (Municipio I) l’emergenza, estate e inverno, è sempre la stessa: i tavolini abusivi per strada. Stavolta a finire nel’occhio del ciclone dell’associazione ‘Italia nostra’ che monitora la situazione, è un ristorante che avrebbe ‘occupato’ un cortile interno di piazza del Fico.

A Trastevere, invece, stessa amministrazione, plauso per la decisione di estendere anche al giovedì e alla domenica (oltre al weekend), l’orario straordinario di apertura dei negozi (tranne gli alimentari) fino all’una di notte. Da rispettare rigidamente, però, il limite delle 13 ore di attività giornaliera.

Concludo con alcune iniziative interessanti e momenti di festa che si sono svolti domenica scorsa: oltre alla consueta raccolta Ama-TgR per i rifiuti speciali, stavolta nei Municipi dispari, c’è stata la Giornata dei Cammini 2010, per celebrare le vie dei pellegrini, soprattutto gli itinerari della Via Francigena del sud, che tocca anche i Municipi VI, VII, VIII e XVII. A Casalpalocco, invece, grande festa per i 50 anni del consorzio, con dimostrazioni delle unità cinofile e degli artificieri della Questura e la collaborazione del Municipio XIII.

Se tutti questi eventi sono già conclusi, però, fate ancora in tempo a visitare l’85esima edizione della mostra ‘Cento pittori via Margutta’, nel cuore del centro storico di Roma (Municipio I). Quest’anno oltre tremila dipinti coloreranno la strada e le vie adiacenti, formando un’eccezionale galleria d’arte a cielo aperto.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail