Aumento dei prezzi a Roma: non solo caffè, purtroppo

vino
Il prezzo del caffè, ahimè, a Roma potrebbe presto aumentare. Una notizia non buona per la Capitale, che secondo una rilevazione, fra l'altro, ne consuma giornalmente più di Napoli (!). Il dato rimane, anche se negli ultimi due anni il consumo dell'espresso è diminuito a favore di cappuccino e caffè 'alternativi' (come quello al ginseng, o d'orzo).

Tuttavia, non è solo il caffè ad essere minacciato da un aumento di prezzo. Ci sono tanti altri alimenti apparentemente 'imprescindibili' per la nostra vita che hanno subito un incremento di costi. Ad esempio: anche le bottigliette d'acqua al bar, ormai è raro che scendano sotto i 90 centesimi per mezzo litro. Il più delle volte hanno raggiunto 1 euro (e in centro anche di più).

In realtà gli esempi potrebbero essere tanti altri: dalla piega dal parrucchiere (ormai chi ne trova più sotto i 15 euro?) o il costo della pasta all'uovo, ripiena o meno. Insomma piccole spese che, sommate le une sulle altre, ci portano a svuotare sempre più rapidamente il portafogli. Non parliamo della pizza al tavolo (con meno di 20 euro ormai non se la cava nessuno) o delle birre al bancone dei pub (chi ne trova a meno di 5 euro?)

E magari proprio a causa di questi aumenti abbiamo deciso di rinunciare a qualche acquisto che prima faceva parte della nostra quotidianità. Vi è capitato?

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: