Roma Bio-Eco-Sostenibile: l'Arte di Recuperare

Riciclo_borsetta

Dopo aver parlato tanto di come e dove buttare i rifiuti, classici e speciali, scomodi e ingombranti, e dei primi passi della raccolta differenziata da riciclare, oggi Roma Bio-Eco-Sostenibile si avventura nella terra di mezzo votata alla filosofia del 'buttare meno' e imparare a recuperare e trasformare.

Tra le tante risorse a disposizione dei romani che non vogliono buttare spiccano quelle offerte dai mercatini della capitale e tutti quei luoghi dove vendere, barattare, cercare oggetti usati da recuperare o già recuperati come la borsetta che state guardando fatta con una trama di carta di caramella multicolore, o semplicemente regalare quello che non ci occorre più.

Oltretutto, in tempi di crisi economica e delle risorse, oltre che di emergenze rifiuti, Riciclare è un arte che si può anche imparare, magari seguendo un corso ludico-formativo come “Riuso, Mon Amour!” organizzato dal network Occhio del Riciclone nella Città dell'Altra Economia, sabato 13 Novembre 2010.

Per Mercatini .. si può scegliere tra quelli dove affittare uno spazio per vendere direttamente tutti gli oggetti dei quali sentite il bisogno di disfarvi come quello del Borghetto Flaminio, ai quali affidare i vostri oggetti in conto vendita come La bottega di Calotta o Mercatopoli Roma Centocelle, oppure ai quali donare i vostri oggetti per aiutare chi ne ha più bisogno, come EMMAUS o il Mercatino della Città Eco-Solidale della Comunità di Sant'Egidio.

Altrettanto interessanti sono poi quelli che dedicano mostre-mercato all’ecosostenibilità e ai recuperi creativi come ScArt Attack, da prendere in considerazione anche se avete oggetti in disuso e materiali di scarto da affidare alle abili capacità di creatori di abiti, bijoux e oggettistica presenti al mercatino.

Il baratto praticato da millenni come utile e pratica forma di commercio, e le più moderne forme di scambio, swapping e dress crossing, si rinnovano con iniziative come Swap party itineranti, o Swap shop come Barattiamo, ma anche lo YARD MARKET in Rome che si tiene aggiornato via facebook e si ritrova al mercatino domenicale del Black Out Rock Club.

Oltre al baratto, tra le forme si scambio praticate da mercatini come quelli della Città Dell’Utopia e del Casale Podere Rosa, e le proposte raggiungibili in tutta Italia attraverso reti di scambio on line come Zerorelativo, Scambiamoci, Su e Su e-party, Tutto Baratto o Barattopoli, qualcuno ha reso arte anche il regalo riciclato.

Un giro al mercatino è sempre più spesso anche l’occasione per scovare affari, familiarizzare con chi condivide stessi gusti e passioni, o rilassarsi con un drink ascoltando musica, dal Micca Market al Circolo degli Artisti, dal Radio Cafè Club al Mercatino dell’usato di Porta Maggiore, fino al prossimo Mercatino Giapponese con sushi aperitivo nella “Japan Night” del Caffè Letterario, martedì 26 ottobre dalle ore 18.00.

Se volete unire l’utile al dilettevole, anche una passeggiata fuori porta può rivelarsi utile e fruttuosa con iniziative come “Apriti cofano”, la parola magica che potrete usare domenica 31 ottobre a Palombara Sabina, per aprire uno dei cofani delle auto che parteciperanno a questa bizzarra forma di mercatino del riuso amatoriale che consente anche di liberarsi di telefoni usati per sostenere un progetto in Amazzonia, o "liberare" uno dei vostri libri scambiandolo con un altro.

Se disponete di vecchie biciclette che pensavate di buttare, o siete a caccia di occasioni, potete rivolgervi al Trocathlon, il Mercatino dell'Usato Decathlon o uno qualsiasi dei negozi che vendono bici nuove e spesso raccolgono quelle usate, in alternativa potete rivolgervi ad una delle Ciclofficine Romane, che le rimetteranno a posto per sostenere altri progetti sociali nel caso decidiate di donarle, o vi insegneranno come rimettere a posto da soli la vostra bici.

Potete affidare i vostri vecchi occhiali sia da vista che da sole al Movimento Apostolico Ciechi (associazione di laici, ciechi e vedenti) che li raccoglie nella bottega “PerUnMondoSottoSopra” ora Cooperativa Capoverso di via dei Gonzaga 34 c, mentre per il trashware, ovvero il recupero di computer dismessi che vengono riassemblati e rimessi a nuovo grazie all'utilizzo del Software Libero, potete rivolgervi al Binario Etico, presente alla CAE di Largo Dino Frisullo a Campo Boario (Testaccio) o presso il loro Trashop.

Se poi insieme ad altre iniziative e appuntamenti, riuscite anche ad escogitare soluzioni creative ed idee originali per dare nuova vita e magari fornire un uso diverso ai vostri oggetti da buttare, condividete, condividete ..

  • shares
  • +1
  • Mail