Arriva l'alcoltest obbligatorio nei locali di Roma: chi lo paga?

Alcoltest istruzioni

Il termine per adeguarsi alla normativa è il prossimo 13 novembre, ma i gestori dei locali già polemizzano con il Comune di Roma. Oggetto del contendere è l'obbligo per gli esercenti di avere la macchinetta per l'alcoltest all'interno del locale. Deve essere a disposizione dei clienti che potranno così misurare il tasso alcolemico e stabilire se sia o meno il caso di mettersi alla guida.

Il provvedimento fa parte del piano per la sicurezza stradale e rientra nelle nuove disposizioni per la somministrazione di alcolici. I problemi sollevati sono fondamentalmente tre. Il primo è relativo allo spazio: alcuni locali sostengono di non poter ospitare l'apparecchiatura (che comunque è di dimensioni abbastanza ridotte).

Il secondo è di ordine economico: la macchina deve essere acquistata dal gestore. Indignazione della Confesercenti, anche se il costo non supera i 400 euro o i 200 se si decide di noleggiarla. C'è anche la possibilità di acquistarla in comodato d'uso: fornita gratis dalle aziende in cambio di un euro per l'utilizzo.

Ultima rimostranza dei proprietari dei locali è l'affidabilità. Cosa accade se le macchinette sono tarate male o non conformi? Chiedono di far distribuire sul mercato un modello unico, per evitare truffe, e a un prezzo accessibile. Il motivo è semplice da intuire: se il tasso alcolemico 'fuorilegge' viene segnalato in modo improprio, gli avventori smettono di bere prima (o abbandonano direttamente il locale).

Come spesso accade, gli interessi economici pesano - molto - di più della sicurezza e del buonsenso. La situazione verrà risolta con un nulla di fatto? E voi, cosa ne pensate? Vi siete già imbattuti negli alcoltest? Vi sembrano attendibili? Ditecelo nei commenti.

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: