Manifestazioni a Roma: Alemanno propone una tassa sui cortei

"Devono paga' qualcosa, no? Non è che possiamo pagare solo noi": per evitare ogni dubbio, abbiamo deciso di mettere a disposizione il video girato durante la manifestazione "Cortina InConTra". Il sindaco Gianni Alemanno sostiene che è allo studio "una delibera apposita per introdurre un contributo ai servizi nel caso delle grandi manifestazioni nazionali". E continua:

Io penso sia giusto che nella definizione delle grandi manifestazioni nazionali che si svolgono a Roma, ci sia anche il pagamento dei servizi. Quando c'è una manifestazione c'è per esempio l'Ama che deve ripulire le strade e altri servizi che devono essere resi e credo che nei limiti accettabili e compatibili con il diritto di manifestare sia giusto che da chi organizza le manifestazioni vengano pagati i servizi resi.

Proteste e indignazione da parte dell'opposizione, che sottolinea come l'idea del sindaco di Roma contrasti apertamente con il diritto costituzionale a manifestare per rivendicare i propri diritti. Incredibilmente, l'idea però non piace neanche allo schieramento politico in carica.

E' la stessa Renata Polverini, governatore del Lazio e a lungo sindacalista dell'Ugl ad avanzare qualche dubbio: "Non credo si possano penalizzare ulteriormente quanti scendono in piazza per rivendicare un diritto o difendere il proprio lavoro". Alemanno invece insiste sul fattore economico.

Chi si agita contro la nostra proposta non conosce le cifre che il Comune deve sopportare per ogni grande manifestazione - afferma Alemanno. Per un corteo di 10mila persone il costo che ricade sul Comune è di 18mila euro (7mila per gli straordinari della polizia municipale, 5mila euro per le pulizie e per i servizi sanitari, mille euro per transenne e attrezzature varie). [...] Per le manifestazioni più imponenti arriviamo fino a 215mila euro di spese.

Chi la spunterà? Alcuni provvedimenti erano già stati vagliati lo scorso gennaio, tra cui quello di non consentire più di un corteo alla volta nella Capitale. Chissà se -e, soprattutto, come- questo nuovo balzello verrà messo in atto.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: