La settimana dei Municipi. Concordia fra Marino e minisindaci?

Al via la vita delle nuove giunte dei Municipi della Capitale, a due settimane dall'elezione di minisindaci e consiglieri. La prima giunta a costituirsi finora, in ordine di tempo, è stata quella del Municipio VIII, dove “regna” ancora Andrea Catarci, già sulla poltrona dall'ultima tornata elettorale.

Intanto si parte con il piede giusto, ovvero quello del risparmio, visto che Gerace, che detiene la poltrona del II, Parioli, ha rinunciato all'auto blu mettendola a disposizione dei dipendenti mentre Torquati (XV Portuense) oltre all'auto blu ha ridotto parte del suo ufficio e propone addirittura di portare gli assessori da 6 a 4.

Virtuosa giunta municipale dell'VIII, dunque, che prima rispetto agli altri si è costituita e il 26 giugno ha anche svolto la prima seduta (Garbatella). Ma non è stata una riconferma degli assessori precedenti, come si potrebbe pensare, anzi. Catarci ha spiegato che c'è stato un rinnovamento totale, pur se con “competenze e radicamento nel quartiere”.

Intanto il sindaco di Roma Capitale, Ignazio Marino, ha incontrato per la prima volta i neo-minisindaci. Con un programma ben chiaro in testa: creare un appuntamento fisso per definire al meglio la partecipazione dal basso alle iniziative di Roma Capitale.

L'idea di un incontro fisso fra il sindaco e una rappresentanza dei Municipi è in realtà una novità assoluta, a quanto dicono fortemente voluta da Marino. I minisindaci eleggeranno a turno un coordinatore fra loro e probabilmente sarà lui/lei a rendersi portavoce delle esigenze dei quartieri davanti al sindaco.

Chissà se questo sarà il modo di evitare comunicati stampa di accuse al vetriolo, proteste e polemiche, soprattutto ora che l'area politica di appartenenza di sindaco e minisindaci (pur nella frastagliata zona di c-sinistra) sono comuni.

Ma naturalmente non tutto è governabile in concordia solo sulla base di una comune ideologia. I problemi premono, i soldi scarseggiano, e le tensioni – pur nella stessa area politica – potrebbero farsi sentire.

Foto | Getty

  • shares
  • +1
  • Mail