"Genio Futurista" di Giacomo Balla al Museo dell'Ara Pacis di Roma

Giacomo Balla, Genio Futurista, 1925, Olio su tela d\'arazzo, cm. 279 x 381, Guidonia, Collezione Laura Biagiotti


Genio Futurista
, il più grande arazzo dipinto ad olio da Giacomo Balla nel 1925 per l’Exposition des Arts de’coratifs modernes di Parigi, avanguardia di forme, dimensioni, intuizioni e all’origine dell’art de’co., torna visibile dopo più di trenta anni.

Recentemente entrato a far parte della ricca collezione di opere di Balla raccolte dalla stilista Laura Biagiotti per la Fondazione Biagiotti Cigna, Genio Futurista sarà gradito ospite del Museo dell'Ara Pacis di Roma.

La mostra consentirà di ammirare da vicino il tricolorimo dominante (rosso, bianco e verde) su sfondo blu e una composizione prismatica che ricorda astrazioni vagamente antropomorfe, con la testa a stella, le braccia tese a formare una sorta di M, iniziale di Marinetti inventore del Futurismo, le gambe due cunei rossi.

L'opera monumentale che condensa le diverse esperienze di dinamismo futurista di Balla come una sorta di summa artistica, sarà presentata giovedì 3 dicembre alle ore 12 al museo dell’Ara Pacis, da Umberto Croppi, Assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione di Roma, Umberto Broccoli Sovrintendente ai Beni Culturali del Comune di Roma, Laura Biagiotti Presidente di Biagiotti Group Fabio Benzi.

Genio Futurista sarà visitabile dal 4 dicembre al 31 gennaio 2010, al Museo dell’Ara Pacis, Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli), mart-dom 9-19, 24 e 31 dicembre 9-14. lunedì, 1° gennaio e 25 dicembre chiuso. Biglietto d'ingresso intero 6,50, ridotto 4,50 (la biglietteria chiude un’ora prima). Per Info e prenotazioni tel. 060608.

  • shares
  • Mail