Zingaretti e Provincia di Roma, appello al Governo per la banda larga


Sul sito della Provincia di Roma da qualche giorno è attivo un appello online rivolto a tutti gli amministratori locali per una raccolta di firme affinché lo Stato italiano riconosca l'accesso a Internet grazie alla banda larga come servizio universale

L'appello trasversale, che vede già diversi deputati fra i firmatari, è stato lanciato dal presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, che ha fortemente i criticato lo stop alla banda larga (anche se qualcosa si sta già muovendo) dei fondi per il progetto Romani. "Ho trovato triste che il Governo italiano abbia congelato i fondi promessi per portare l'accesso alla Rete in banda larga a tutti i cittadini entro il 2012, mentre un Paese piccolo, ma all'avanguardia, come la Finlandia ha deciso di sancirlo come diritto legale e irrinunciabile".

"Chiedo di intervenire (sostiene Zingaretti in una nota) ai presidenti di Regione, Provincia, Sindaci: a chiunque sia impegnato nel confronto con i bisogni dei cittadini e delle imprese nella speranza che la nostra richiesta arrivi in Parlamento. È arrivato il momento di aprire un'ampia riflessione su questo tema. Non farlo significa limitare l'operatività di aziende, delle persone ma anche dell'amministrazione pubblica. L'uso della Rete consentirebbe di risparmiare tanto denaro pubblico. Si tratta di un tema importante, che inizia con il diritto alla socialità ma passa attraverso la medicina, l'ambiente e si chiude con il rilancio delle imprese, anche di quelle più piccole".

La Provincia di Roma sta realizzando il più imponente progetto in Italia per la diffusione del WiFi gratuito per numero di abitanti coinvolti (circa 4 milioni di persone), superficie del territorio (5000 kmq) e Comuni interessati (121).

"Quella contro il divario digitale (aggiunge Zingaretti) è una lotta democratica: un impegno necessario perché una parte della popolazione rischia di essere esclusa dall'uso delle tecnologie. Si tratta di una scelta che guarda al futuro e che cambia concretamente la qualità della vita delle persone, rende più efficiente il lavoro e stimola la competitività tra le aziende. Per questo La Provincia di Roma sta investendo 2 milioni 450 mila euro in un programma per la creazione, entro la fine del 2010, di 500 aree pubbliche raggiunte dalla connessione a Internet WiFi".

"Si tratta del più imponente progetto in Italia per la diffusione di Internet gratis senza fili, per numero di abitanti coinvolti (circa 4 milioni di persone), superficie del territorio (5 mila Kmq) e Comuni interessati (121). Per capire quanto è diffusa la banda larga (continua Zingaretti) la Provincia di Roma ha lanciato inoltre il sito www.zerodigitaldivide.it per costruire, insieme ai cittadini, una mappa pubblica del divario digitale nel territorio.

Starà agli utenti misurare la qualità della propria connessione alla rete e inviare rilievi e segnalazioni. Si tratta del primo esperimento di questo tipo in Italia, un passo fondamentale per arrivare a tessere un quadro complessivo della copertura di Rete nel territorio ed evidenziare le aree e le situazioni in cui è più urgente intervenire".

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: