Il 25 novembre la sentenza di primo grado per Svastichella


Avrà anche un soprannome che sembra dettato da qualche addetto al marketing di Autogrill, ma Svastichella resta un criminale molto pericoloso, e oggi si è aperto il suo processo. Il rito abbreviato ha fatto sì che Alessandro Sardelli si dotesse presentare davanti al suo Gup già oggi, per un'aggressione che risale solo questo agosto. Per fortuna.

Il processo durerà fino al 25 novembre, data in cui è attesa la sentenza di primo grado, con sia il Comune di Roma che Arcigay costituiti parte civile. Sono stati chiesti 10 anni di reclusione.

Per il 40enne è stata invocata l'infermità mentale. Questa ipotesi, avanzata dal suo avvocato Riccardo Radi, escluderebbe un significato omofobico per l'aggressione. Si sarebbe trattato semplicemente dell'espressione fisica di un grave disagio psichico. Staremo a vedere.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: