La Tana della Lupa: Ora è colpa nostra, parola di Ranieri

La Curva Sud

La situazione è sempre più paradossale. Ieri è arrivato un buon brodino, il caffè che auspicavamo, soprattutto per come si era messa la partita: Il rischio di toccare il fondo era davvero grosso. Col Bologna in vantaggio in un surreale Olimpico semi-disertato, che assiste all'ennesimo scempio, arriva il pareggiotto di Vucinic. Un goal che se falliva poteva definitivamente inchiodare gli scarpini al muro.

I tifosi presenti, con tutto quello che hanno dovuto subire e sopportare negli ultimi tempi, hanno fischiato lo stesso. E non è certo la prima volta che accade nella storia del tifo. Così le parole del tecnico, a fine gara, che prendono di mira proprio i tifosi, quali ultimi responsabili della crisi giallorossa, con l'accusa aggravante di oscure trame dietrologiche, suonano veramente patetiche.

Ma come? Adesso è colpa nostra? Anzi, colpa di quelli che hanno ancora la passione ed il coraggio di andare allo stadio (qui non si parla della sassaiola). Ma è uno scherzo? Ora ci vogliono anche dire come dobbiamo tifare? Per chiedere pure conto oltre al conto da pagare? Speriamo sia un altro modo per lavarsene le mani (dopo aver dichiarato che questa squadra non era la "sua"); speriamo davvero che adesso i tifosi non s'incazzino sul serio. Perché ne hanno tutto il diritto. Lo abbiamo tutti.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: