Colosseo, ricomincia la protesta dei vigilantes


Sembrava conclusa la protesta dei vigilantes al Colosseo, con l'intervento del vicesindaco Mario Cutrufo e la promessa di un accordo. Invece eccoli di nuovo lì, questa seduti ai piedi dell'anfiteatro a esporre striscioni e a raccontare i retroscena di questi ultimi giorni.

"Ci hanno preso in giro - spiega Orfeo, uno degli occupanti del Colosseo -. Il sindaco Alemanno si era impegnato in prima persona a risolvere la nostra situazione, ma a oggi nessuno ha fatto nulla e l'incontro in Prefettura è stata l'ennesima presa in giro".

I lavoratori hanno deciso così di iniziare lo sciopero della fame per i 300 colleghi dell'istituto di Vigilanza dell'Urbe: "Siamo lavoratori dell'ente morale e usufruiamo della stabilità di impiego. Quindi non potendo essere licenziati chiediamo che sia l'Associazione nazionale dei combattenti e reduci ad occuparsi della nostra posizione lavorativa".

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: