La settimana dei Municipi: si comincia a lavorare

Il new deal dell’attività dei nuovi Municipi di Roma prende il via proprio oggi, nella prima conferenza dei presidenti neoeletti in cui i 15 saranno chiamati a nominare un coordinatore, ruolo nel quale si alterneranno i rappresentanti di tutte le realtà municipali così da partecipare tutti, ma proprio tutti, alle decisioni che si prendono nella stanza dei bottoni. In questo modo, infatti, è stato raccolto l’invito del neosindaco Ignazio Marino, che ha chiesto maggior partecipazione dei territori alle riunioni dell’Aula Giulio Cesare.

La proposta del primo cittadino è stata in generale molto ben accolta dai diretti interessati: “Il segno che finalmente il decentramento e l’ascolto del territorio non sono più soltanto proclami”, è stato il commento di Andrea Santoro, neopresidente del Municipio IX (ex XII).

E intanto fioccano già le prime polemiche, come quella di Luca Aubert, primo degli eletti del Pdl nel Municipio I, che accusa il nuovo minisindaco Alfonsi di tenere le riunioni di Giunta e commissioni nella sede del vecchio Municipio XVII anziché in via Petroselli. L’accusa è ovviamente quella di aumentare i costi di gestione e di avallare, in questo modo, gli sprechi. Forse qualcuno ha semplicemente bisogno di un po’ più di tempo per abituarsi alle novità!

Nel contempo arrivano anche le prime richieste, segnale che l’attività lavorativa, nonostante il caldo e le vacanze ormai prossime, sta lentamente riprendendo: è ancora il Municipio I a farsi avanti chiedendo al Comune di tralasciare la pedonalizzazione di via dei Fori imperiali, occupandosi invece, una volta per tutte, della sosta dei torpedoni su viale Vaticano che finora non è mai stata affrontata in modo risolutivo da nessuno.

Nel Municipio X (ex XIII), dopo l’ennesimo morto sulle strade a Ostia Antica, la sezione locale del Movimento 5 Stelle chiede all’amministrazione l’aumento delle aree pedonali, il potenziamento dell’illuminazione notturna, il ripristino della segnaletica orizzontale e il rispetto delle promesse elettorali riguardanti il rifacimento del manto stradale nell’area di competenza territoriale.

C’è anche chi già fa il primo della classe: il neopresidente del Municipio IX (ex XII), ancora Andrea Santoro, si vanta di aver rimosso una certa quantità di affissioni abusive da muri, ponti, colonne e cabine telefoniche (ancora esistono?!) del quartiere Laurentino già nel primo giorno del suo mandato, con l’aiuto della squadra decoro urbano dell’Ama, perché “i bambini hanno diritto a vivere in un quartiere pulito”. Successone anche per il Municipio X, dove lo scorso weekend si è svolto il 110° anniversario della casa motociclistica Harley Davidson.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail