Roma con vista sulla Luna Rossa del 23 giugno 2013

Notte di pleilunio e perigeo, Roma si prepara ad avvistare la Luna Piena pià grande del 2013, dai punti di osservazione migliore... una luna capace di trasformare cappuccetto rosso nel lupo ...

Super Moon Vincent Ferrari

Mentre il sole raggiunge il punto più alto, e la notte di San Giovanni concede inganni, prodigi, influssi di streghe e fantasmi, domenica 23 giugno 2013 gli uomini con il pelo dentro, i romantici ispirati dall'astro d'argento, si preparano a godere del potere della Luna e l'inganno percercettivo concesso dal perigeo durante il pleilunio.

Una sorta di trucco ottico regalato dalla luna più vicina alla terra, che risulta un po’ più brillante e grande del normale, insieme a quella Luna Rossa, con sfumature giallo-arancio-rosa... da presagio, e un tantino conturbante.


“La componente rossa del flusso luminoso proveniente dal Sole in direzione dell’atmosfera terrestre viene rifratta da quest’ultima fino ad arrivare sulla Luna. La componente blu, al contrario, viene dispersa nell’atmosfera terrestre, cosicché la Luna eclissata assume una disuniforme colorazione rossiccia”.

Una visione concessa anche all'occhio nudo e obiettivi non professionali, purché protetti da filtri, che ha già spinto appassionati e fotografi alla ricerca dei punti di osservazione migliore, che Roma offre su ognuno dei suoi colli, dal belvedere del Pincio a quello del Gianicolo, da Monte Mario all'attico (vanno bene anche quelli di amici e conoscenti), dal Planetario all'osservatorio astronomico di Roma a dei Castelli Romani, professionisti delle esplorazioni dello spazio siderale.


Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: