Ignazio Marino è il nuovo sindaco di Roma: la diretta dal comitato

Ignazio Marino è il nuovo sindaco di Roma. Al comitato è festa. Un vittoria schiacciante. In tutti i municipi. Ecco il video del suo discorso.

discorso marino sindaco roma

Il discorso di Ignazio Marino

Marino parla in una sala stracolma (più di quanto fu per Zingaretti, che poi è il primo ad abbracciarlo all'arrivo sul palco). Parla a braccio, con grande calma e sobrietà. Ringrazia tutti, e nessuno in particolare.

Orgoglioso del risultato. Spera che Roma nei prossimi anni possa essere "orgogliosa di lui". Ci sono tante cose da fare. Magari troppe (vuole partire dal "lavoro"...). Nella "città meravigliosa" chiede l'aiuto di tutti, anche di chi non lo ha votato.

"..Sono emozionato per la responsabilità che la città mi consegna..."

Ammette la sua indecisione iniziale, ma ringrazia chi lo ha convinto proprio sul filo di lana. Punta alla meritocrazia e alla solidarietà. Nel finale proclama con grande soddisfazione il colpo di queste elezioni per il Pd: La vittoria in tutti i municipi.

Quindi la festa si sposta in piazza e quindi in serata privatamente col comitato. Marino ha dichiarato che non si recherà in Campidoglio.

piazza di pietra marino

Questo l'audio integrale del discorso:

La diretta dal comitato

Ore 16:20

1529 sezioni scrutinate su 2600: Ignazio Marino è al 63,80% dei voti. Il nuovo sindaco dovrebbe arrivare per le 17:00. Si aspetta solo lui e il suo discorso. Altro boato quando appare Alemanno sul megaschermo per la conferenza. Fuori in piazza la folla aumenta.

Ore 16:05

Man mano che giungono i dati, aumentano gli applausi e i boati nella sala. Si scommette sulla quota finale. Un vittoria così schiacciante ha sorpreso persino qualcuno del comitato.

Bettini da Marino

I primi dati ufficiali confermano gli istant poll: con 803 sezioni scrutinate su 2600, Ignazio Marino è al 64,22% dei voti, mentre Gianni Alemanno è fermo al 35,78%.



Alemanno avrebbe già annunciato la sconfitta. Nemmeno è cominciato lo scrutinio vero e proprio, bastano gli istant poll: “Mi pare evidente che abbia vinto Marino” è il commento del senatore Andrea Augello, coordinatore del comitato Alemanno Sindaco.

Ore 15:25

Ecco il dato tanto atteso. Quello definitivo sull’affluenza: ha votato il 57,69%, con un calo di 12 punti rispetto al primo turno (69,28%). La notizia qui non viene accolta con stupore. Anzi.

Ore 15:05

Il primo istant poll su Roma: per Emg/La7 Ignazio Marino sarebbe al 60,5%, Gianni Alemanno al 39,5%.

Ore 15:00

I seggi sono chiusi. Comincia la lunga (?) marcia per conoscere i risultati. La curiosità maggiore è sull’affluenza. Ieri sera era di appena 32,30%, in calo di quasi 5 punti rispetto alla prima e già disertata votazione.

comitato marino

Ore 13:00

La sala stampa è ancora vuota. I preparativi proseguono. Spuntano i primi giornalisti. Gli occhi sono tutti puntati ai dati d'affluenza.

comitato marino

Siamo arrivati al traguardo. Alla fine del ballottaggio. Oggi alle 15 si chiudono i seggi per votare il sindaco di Roma. Seguiremo le fasi di spoglio e i dati che arrivano in diretta, dal comitato di Marino, che oggi si sposta per la stampa al Tempio di Adriano.

In piazza di Pietra siamo in fase di preparazione. Palco, sala stampa, tv. Ma soprattutto il web. Il Tempio di Adriano "porta bene" al PD, almeno ripensando al recente successo di Zingaretti per le Regionali. Vediamo come andrà per Marino, che resta il favorito, di queste elezioni dove per ora ha vinto l'astensionismo.

Il candidato Ignazio Marino

Ignazio Marino sindaco roma

"Il candidato marziano" è lo sfidante del sindaco uscente. La carta su cui punta il PD per riconquistare Roma. Non è romano, ma non è detto che questo non sia proprio un vantaggio.

Si è candidato per ultimo alle primarie del centrosinistra per sfidare Alemanno alla poltrona di sindaco di Roma. Le ha vinte con netto distacco.

Favorito nei sondaggi, sebbene non siano mancate le polemiche, anche su questo, in una campagna elettorale di fuoco che si chiude con un ballottaggio tutt'altro che scontato.

Ignazio Marino è nato a Genova nel 1955. E' un medico ed è senatore dal 2006, ha svolto il ruolo di Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sull'efficacia e l'efficienza del Servizio Sanitario Nazionale, ed è membro della Commissione Igiene e sanità del Senato della Repubblica nella XVI Legislatura.

Madre svizzera e padre siciliano di Acireale. Ligure di nascita. L'emblema della integrazione. E' il primo di tre fratelli (due sorelle oltre a lui). Sposato con una figlia. Si è laureato in Medicina e chirurgia all'Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Roma nel 1979, specializzandosi prima in Chirurgia generale all'Università di Catania e poi in Chirurgia vascolare all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Ha lavorato nei centri trapianti di Cambridge (il Transplant Center dell'Università di Cambridge), di Pittsburgh (il Pittsburgh Transplantation Institute dell'University of Pittsburgh), e di Filadelfia come Direttore della Transplantation Division presso la Thomas Jefferson University.

Direttore Associato, nel 1992, del National Liver Transplant Center del Veterans Affairs Medical Center di Pittsburgh, unico dipartimento per trapianti d'organo appartenente al Governo degli Stati Uniti. Nel 1999 ha fondato l'ISMETT a Palermo, il primo centro trapianti di fegato in Sicilia, grazie proprio ad un rapporto di collaborazione fra l'University of Pittsburgh Medical Center ed il governo italiano, di cui è stato il direttore e l'amministratore delegato.

Oltre 650 trapianti. Scrittore di pubblicazioni mediche e libri scientifici. Dal 2009 ha pubblicato saggi su medicina, fede, etica e bioetica. Nel 2006 si è candidato come indipendente nelle liste dei Democratici di Sinistra per il Senato ed è stato eletto Senatore della Repubblica Italiana.

Rieletto a Palazzo Madama alle elezioni politiche del 2008 con il Partito Democratico, è stato presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sull'efficacia e l'efficienza del Servizio Sanitario Nazionale, e membro della Commissione igiene e sanità del Senato.

Come medico e uomo politico Marino, si professa di fede cattolica, ma afferma di avere una visione laica della politica e di mantenere sui temi etici una linea indipendente. Alle elezioni politiche italiane del 2013 è stato rieletto senatore tra le file del Partito Democratico nella regione Piemonte.

In questa caldissima battaglia elettorale, si è dato molto da fare, forte di un comitato molto preparato che ha fatto comunque qualche gaffe di troppo, con fan page e profili social sempre aggiornate. ma ha incontrato anche diverse critiche feroci. Soprattutto dagli ambientalisti.

L'ultimo appuntamento con lui è in programma venerdì 7 giugno a piazza Farnese. Apertura affidata alle note degli Stonfiss, autori della colonna sonora della campagna "Non è politica è Roma", mentre la conduzione sarà affidata ai volontari del Comitato Marino.

A seguire si alterneranno sul palco, nell'ordine: il sindaco di Cagliari Massimo Zedda, la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. L'intervento di chiusura di Ignazio Marino è previsto per le 19.10.

Nel suo programma ci sono molte promesse ed progetti, a volte un po' troppo ambiziosi, ma il malcontento generale dei cittadini romani può essere la sua arma migliore.

by @RondoneR

La galleria fotografica della giornata

Foto | © by Rondone®

Marino sindaco di Roma diretta comitato

Marino sindaco di Roma diretta dal comitato

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 35 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO