La città dei giovani di Koolhas e quella dei Bambini nell'ex fiera di Roma - Cantieri bloccati e ritardi politici: quale futuro?


La Città dei giovani progettata dall'archistar olandese Rem Koolhas nello spazio degli ex mercati generali sull'Ostiense per ora è solo un grande buco dove le ruspe sono ferme. Quella dei bambini, invece, pensata per sostituire parte dell'ex fiera sulla Colombo probabilmente non vedrà mai la luce perchè "lascia perplessa l'amministrazione comunale" di Alemanno. Lavori che non procedono o che non partono. Questo, per ora, il destino che accomuna due tra le più vaste aree centrali della città destinate ad una riqualificazione radicale, l'ex fiera e gli ex mercati generali.

La Città dei giovani, la "covent garden romana" che sostituirà gli ex mercati generali con una vasta area caratterizzata dalla presenza di cinema, palestre, ristoranti, librerie e decine di negozi non sembra essere messa in discussione. Alemanno ha dichiarato oggi che la causa dello stop dei lavori "è dovuto solo a problemi legati all'iter burocratico che vanno sbloccati". Speriamo bene perchè per ora lo spettacolo è desolante: un immenso cratere profondo una decina di metri per centinaia di metri quadrati di cantiere. Una volta realizzata la città dei giovani rappresenterà, insieme al limitrofo Campidoglio Due, un angolo di Roma tra i più moderni dal punto di vista architettonico.

Discorso diverso va fatto per la Città dei bambini che l'ex sindaco di Roma, Walter Veltroni, voleva realizzare negli spazi dell'ex Fiera di Roma sulla Colombo. Qui i lavori non sono iniziati e l'opera principale della riqualificazione, un edificio pubblico finalizzato ai bambini, probabilmente non si farà. Così, mentre a Milano molti sognano l'innalzamento di tre magnifici grattacieli negli spazi dell'ex Fiera del capoluogo lombardo, qui si riflette ancora su che destinazione dare a questa area. "Le rivelazioni di stampa sul progetto di riqualificazione dell'ex Fiera di Roma sono infondate. Non abbiamo mai detto di voler bloccare tutto" ha però dichiarato Alemanno.

"Da parte nostra - ha aggiunto il sindaco - c'è una fondata perplessità sulla cosiddetta Città dei bambini", ovvero la parte pubblica del progetto che prevede, tra l'altro, anche un buon numero di abitazioni private. "Riteniamo - ha poi concluso il sindaco - che l'intervento sull'ex Fiera di Roma debba essere rivisto perchè si tratta di un progetto importante che dovrà andare avanti. Quello che faremo sarà un confronto per approfondire questa ipotesi e vedere se il progetto e' praticabile oppure no sul versante della parte pubblica". Vediamo cosa succederà.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO